10:39 21 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
17211
Seguici su

L'ex presidente del Consiglio italiano ieri al Senato dopo l'intervento del premier in carica Matteo Renzi alla vigilia del Consiglio Europeo apertosi oggi a Bruxelles.

Scontro verbale tra Mario Monti e Matteo Renzi ieri sera nell'aula di Palazzo Madama. Al termine della consueta informativa del presidente del Consiglio alla vigilia di un Consiglio Europeo, in cui ha illustrato la posizione che il governo intende proporre all'assemblea con i leader dei 28 Stati membri, ha preso infatti la parola il senatore a vita ed ex premier Mario Monti. Europeista convinto, Monti ha espresso preoccupazione per i continui attacchi portati da Renzi nei confronti delle istituzioni europee, arrivando ad ammonire sulle conseguenze di un tale atteggiamento.

"Lei rischia di fare passi indietro con l'Europa".

Così Monti nell'aula del Senato, in un intervento molto deciso in cui ha sottolineato come l'opera di denigrazione portata avanti da Renzi nei confronti dell'Europa stia introducendo negli italiani "una pericolosissima alienazione rispetto all'Europa".

Lo scontro si è poi definitivamente consumato con la controreplica del premier.

"Le procedure di infrazione quando lei ha lasciato erano 104 — ha rintuzzato seccamente Renzi — oggi sono 91 e sono in diminuzione. Il deficit era al 3,9% del Pil, adesso al 2,4%. È il deficit più basso che la Repubblica abbia mai avuto".

Correlati:

Renzi: Di sola austerity l'Europa muore
Renzi: Brexit sarebbe terribile
Tags:
politica, Mario Monti, Matteo Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook