21:22 23 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 18°C
    Il ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni

    Gentiloni: Daesh, escluse operazioni di terra

    © AFP 2017/ YAMIL LAGE
    Italia
    URL abbreviato
    3193 0 0

    Il ministro degli Esteri italiano a La Stampa nel giorno in cui a Roma è riunito lo Small Group contro il Daesh.

    Il ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni è tornato a ribadire il suo no a operazioni "boots on the ground" in Libia e neanche in Siria. Il rischio che il Daesh possa trapiantare la sua lotta in Libia è grande, alla luce soprattutto dell'arretramento che ha dovuto operare in Siria e Iraq nell'ultimo anno.

    E' questo il sunto del ragionamento fatto Gentiloni al quotidiano torinese La Stampa, alla vigilia del vertice che sta riunendo in queste ore a Roma, nel formato definito Small Group, i 23 ministri degli Esteri della coalizione internazionale nata per combattere il Daesh.

    "L'Italia è uno dei 5 o 6 paesi al mondo più impegnati nel contrasto a Daesh. Dopo Londra e Parigi, il vertice di questo gruppo ristretto si riunisce a Roma per rilanciare l'azione della coalizione".

    Così Gentiloni rivendica il ruolo dell'Italia, in un'intervista in cui è tornato più volte sulla necessità di affiancare al contrasto militare anche un'efficace azione politica e diplomatica per la stabilizzazione delle aree oggi sotto il controllo del Daesh.

    Poi, sulla necessità di avviare il processo di transizione politica in Siria, dove "la presenza di truppe sul terreno al momento — ha detto Gentiloni — non mi pare considerata da nessuno", il ministro italiano ha sostenuto l'urgenza di accelerare i tempi dei colloqui perchè "ogni settimana che passa si aggrava la catastrofe umanitaria".

    I Paesi membri dello Small Group presenti oggi a Roma sono Arabia Saudita, Australia, Bahrain, Belgio, Canada, Danimarca, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Giordania, Iraq, Italia, Kuwait, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Qatar, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti d'America, Svezia e Turchia. 

    Correlati:

    Hollande: la Francia continuerà i raid vs Daesh
    Possibili infiltrazioni Daesh tra i migranti a Lampedusa
    L’esercito siriano arriva a Deir el-Zor e il Daesh subisce gravi perdite
    Olanda invierà caccia in Siria a supporto coalizione USA vs Daesh
    Tags:
    lotta contro il terrorismo, Daesh, Paolo Gentiloni, il ministro degli Esteri
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik