16:47 20 Luglio 2018
Presidente della Comissione Europea Jean Claude Juncker

Juncker gela Renzi: “Sbaglia a offendere la Commissione”

© AFP 2018 / JOHN THYS
Italia
URL abbreviato
835

Il presidente della Commissione UE replica alle accuse delle ultime settimane del premier italiano: La flessibilità l'ho introdotta io, non l'Italia.

La Commissione UE gela l'Italia. Dopo l'intervista apparsa ieri sulle pagine de La Stampa al commissario agli Affari economici Moscovici, ancora toni duri da parte di Bruxelles nei confronti del governo Renzi, reo secondo il parere del presidente della Commissione UE di usare toni sbagliati nel dialogo con l'Europa.

"Ritengo che il primo ministro italiano, che amo molto, abbia torto a vilipendere la Commissione a ogni occasione, non vedo perché lo faccia. È da troppo tempo che non seguo i teatrini della politica interna di certi paesi".

Parole dure che Jean Claude Juncker ha pronunciato per descrivere i rapporti attuali con l'Italia.

"Probabilmente a febbraio mi recherò in Italia — ha detto — perché l'atmosfera tra Roma e la Commissione non è delle migliori. Renzi — ha affermato laconicamente — si lamenta sempre che non sono mai stato in Italia da quando sono diventato presidente della Commissione".

Le critiche della Commissione sull'atteggiamento italiano sono a 360 gradi e Juncker ha puntato il dito senza giri di parole sulle reiterate richieste italiane di maggiore flessibilità, confermando che l'Italia ha già avuto molto e sottolineando la titolarità di certe scelte assunte a livello comunitario.

"Sono molto sorpreso che alla fine del semestre di presidenza italiana — ha dichiarato polemicamente il presidente della Commissione — Renzi abbia detto davanti al Parlamento che è stato lui ad aver introdotto la flessibilità, perchè sono stato io". 

Correlati:

Juncker: Fare di tutto per difendere Schengen
Siria, Cremlino: a Parigi incontro tra Putin, Merkel e Juncker
Juncker frena voglia di indipendenza della Catalogna: alla Spagna serve unità
Tags:
Commissione Europea, Matteo Renzi, Jean-Claude Juncker
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik