18:11 19 Giugno 2018
Il premier italiano Matteo Renzi al summit UE.

Renzi al FT: Europa deve servire 28 Paesi, non solo la Germania

© AP Photo /
Italia
URL abbreviato
340

Il premier italiano torna sulle accuse di doppi standard mosse all'Europa a proposito di migranti ed energia.

In un'intervista rilasciata ieri al Financial Times Matteo Renzi è tornato a parlare di politiche energetiche europee, accusando ancora una volta l'Unione di essere troppo piegata sulle posizioni tedesche.

Dopo una valutazione sul voto spagnolo, dove a suo avviso si è ripetuto quanto recentemente già visto a Varsavia, Atene e Lisbona, con la sconfitta dei sostenitori della politica del rigore senza crescita, il premier italiano ha poi risposto ad alcune domande sulle recenti tensioni sull'asse Roma Berlino.

"Ho stima per Angela, abbiamo ottimi rapporti personali ma dobbiamo essere franchi… l'Europa deve servire 28 Paesi non soltanto uno".

Così Renzi conferma il proprio dissenso su alcuni scelte fatte dall'Unione, tornandosi a domandare se ci sia un doppio standard dietro alcune scelte prese a Bruxelles. E' il caso della partita energetica, su cui Renzi ha confermato al quotidiano britannico la propria perplessità.

"Quindi diciamo no a South Stream e poi tutto ad un tratto, in silenzio, si scopre che c'è Nord Stream — ha affermato Renzi — chi ha deciso? È che una scelta politica energetica dell'UE? Quando ho sollevato la questione, solo Germania e Olanda hanno difeso la scelta fatta. Capisco che questo è un affare importantissimo, bene, io non sono scandalizzato — ha concluso — ma voglio dire o le regole si applicano a tutti, o nessuno". 

Correlati:

Renzi contro Merkel: Non dite che donate il sangue all'Europa
Ue, Renzi: No a Europa solo tedesca
Renzi a Ue: Identificazione facciale per i migranti
Tags:
Unione Europea, Energia, Financial Times, Matteo Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik