00:22 26 Aprile 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 10°C
    Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella

    Libia, Mattarella: Daesh scomparirà con nascita nuovo Stato

    © AP Photo / Riccardo Antimiani, Ansa
    Italia
    URL abbreviato
    404

    Il presidente della Repubblica italiana: Paese a cui siamo legati, Italia disponibile ad aiutarlo.

    L'Italia è un paese amico della Libia ed è pronto ad aiutarlo nella difficile transizione verso il governo di unità nazionale. E' quanto ribadito sulle pagine de Il Messaggero da Sergio Mattarella. Il capo dello Stato, intervistato dal quotidiano romano nelle ore in cui l'apertura del Giubileo e  degli incontri di livello internazionale sulla crisi libica che mettono Roma al centro dell'attenzione mondiale, ha definito opportuna la scelta della capitale italiana come sede degli incontri dei prossimi giorni.

    "Da tempo siamo impegnati per contribuire a una buona soluzione pacifica delle divisioni e delle contrapposizioni armate in Libia. Abbiamo collaborato fino in fondo con l'inviato dell'Onu Léon e collaboriamo con il suo successore. Sappiamo, naturalmente, che la soluzione è soprattutto nelle mani dei libici, cui non può essere né assegnata né, tanto meno, imposta da alcuno. Dal ripristino di uno stato libico efficiente conseguirà la cancellazione di ogni tentativo di insediamento di Daesh nel suo territorio".

    Così il Capo dello Stato italiano al giornale capitolino, nel corso di una lunga intervista in cui è stato naturalmente toccato anche il tasto della posizione italiana nell'ambito della coalizione attiva in Iraq e Siria contro il Daesh.

    "Tutto si può dire — ha rivendicato Mattarella — tranne che l'Italia sia chiusa in se stessa, che non collabori o che si emargini".

    Il presidente, che ha ribattuto definendo opportune le decisioni di altre grandi forze di intensificare la loro azione, ha ricordato con orgoglio che "non è un caso se quattro missioni internazionali siano sotto comando italiano". 

    Correlati:

    Terrorismo, Renzi invita alleati Occidente a non ripetere errori commessi in Libia
    Il Daesh potrebbe colpire l'Italia dalla Libia, meta dei terroristi in fuga dalla Siria
    Tags:
    ISIS, lotta contro il terrorismo, Sergio Mattarella, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik