23:02 15 Luglio 2018
Combattenti dell'ISIS

Gentiloni: a gennaio vertice anti Daesh a Roma

© AP Photo / Raqqa Media Center of the Islamic State group
Italia
URL abbreviato
313

Il ministro degli Esteri italiano annuncia una riunione della coalizione impegnata in Siria e Iraq contro il califfato: Nessuna nostalgia dell'interventismo militare del passato.

La coalizione internazionale anti Daesh si riunirà a Roma nel prossimo mese di gennaio. Ad annunciarlo è stato il ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, nel corso di una conferenza stampa a margine dell'incontro avuto con Staffan de Mistura, inviato Onu per la Siria, ieri a Roma.

Rispondendo poi ad una domanda sulle recenti dichiarazioni del presidente Usa Barack Obama su un maggior impegno americano in Siria, Gentiloni ha risposto che sarà un tema all'ordine del giorno proprio nel vertice di gennaio, sottolineando ancora una volta la posizione italiana.

"Non bisogna avere nostalgia dell'idea che migliaia di militari sul campo risolvano i problemi come 15-20 anni fa — ha affermato il ministro italiano — serve una coalizione più unita, capace di contrastare Daesh anche a livello finanziario".

Dello stesso avviso il diplomatico Onu, secondo cui senza una soluzione politica non sarà possibile sconfiggere i jihadisti.

"Combattere Daesh con la forza militare — ha detto Staffan de Mistura — si deve e si può, perché loro lo fanno contro di noi. Ma non si può vincere — ha concluso — se non si lavora ad una soluzione politica in Siria e per isolare Daesh".

In tal senso gli incontri di Vienna rappresentano per Gentiloni un passo avanti incoraggiante.

"L'Italia sostiene fino in fondo il ruolo delle Nazioni Unite in questo processo e apprezza il lavoro che gli Stati Uniti e l'atteggiamento costruttivo della Russia stanno facendo per contribuire alla soluzione. Due mesi fa — ha detto ministro — sembrava non ci fosse uno spiraglio per la soluzione della crisi siriana, con il percorso dei due incontri di Vienna questo spiraglio si è aperto".

Correlati:

Gentiloni, legittimo l’export di armi verso l’Arabia Saudita
Gentiloni, il Montenegro nella Nato è un “rafforzamento della sicurezza”
Tags:
ISIS, vertice, Paolo Gentiloni, il ministro degli Esteri
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik