14:14 17 Dicembre 2018
Soldati delle forze speciali russe

Più sicurezza a Rovigo, altrimenti chiamo Putin e l'esercito russo

Italia
URL abbreviato
29582

Emergenza sicurezza a Rovigo: nelle ultime settimane le attività commerciali ed i residenti nel centro cittadino hanno subito diversi furti. Il sindaco della città veneta Massimo Bergamin ha promesso che se non arriverà un aiuto da Roma, è già pronta la richiesta di inviare l'esercito a Vladimir Putin.

Il problema della sicurezza tiene banco a Rovigo, dove nelle ultime settimane si accentuata l'emergenza furti. Il sindaco del capoluogo di provincia veneto Massimo Bergamin della Lega Nord ha chiesto al ministro dell'Interno Angelino Alfano l'invio di mezzi e uomini dell'esercito a sorveglianza delle zone dove i malviventi sembrano poter agire indisturbati. In caso contrario il sindaco ha promesso di inviare una lettera a Vladimir Putin e chiedere l'invio dell'esercito russo.

Una provocazione, ed un modo per attirare l'attenzione sul problema della sicurezza, trascurato dal governo Renzi. Il post del sindaco Bergamin sui social network:

La provocazione di Massimo Bergamin sui Social Network: O l'esercito o chiamo Putin
La provocazione di Massimo Bergamin sui Social Network: "O l'esercito o chiamo Putin"

Ha avuto grande risonanza ed ha anche sortito un primo effetto. La prefettura di Rovigo ha convocato una riunione di emergenza del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Al quotidiano locale "il Gazzetino" Bergamin sottolinea la gravità della situazione:

«Per arginare il problema dei continui furti serve un presidio adeguato. Le forze dell'ordine stanno già facendo il massimo, ma le risorse economiche e di personale sono limitate. Per questo chiedo l'esercito, non per militarizzare la città ma per avere un deterrente forte. Una jeep dal tramonto all'alba pattuglierebbe le zone più a rischio».

In attesa della jeep il sindaco fa da sè e ogni sera sale sulla sua Punto e compie un giro di perlustrazione del centro della città, pronto ad avvisare le forze dell'ordine in caso di situazioni sospette.

Tags:
Sicurezza, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik