22:27 26 Giugno 2019
I jihadisti di ISIL

Terrorismo, blitz tra Italia e Kosovo

© REUTERS / Stringer
Italia
URL abbreviato
130

Operazione antiterrorismo della polizia italiana, in collaborazione con le autorità kosovare, per fermare una cellula di ispirazione jihadista. Scrivevano sul web “questo sarà l'ultimo Papa”.

La polizia italiana, coordinata dalla Procura nazionale antiterrorismo ed in collaborazione con le forze di polizia del Kosovo, ha portato a termine nelle prime ore di questa mattina un'operazione per lo smantellamento di una cellula di ispirazione jihadista, apparentemente senza legami concreti e diretti con militanti del Daesh.

Tre dei quattro componenti del gruppo, composto da cittadini kosovari, sono stati fermati nella città di Brescia, mentre in un remoto villaggio nell'est del Kosovo è stato arrestato quello che viene considerato dagli inquirenti la mente del gruppo, Imishiti Samet, già noto alle forze dell'ordine locali per aver preso parte a numerose azioni armate nella regione.

Per due dei tre indagati arrestati in Italia è già scattato il provvedimento di espulsione, mentre per il terzo è scattato il regime di sorveglianza speciale con il ritiro del passaporto. Nel comunicato diffuso dalla polizia italiana è possibile leggere di minacce diffuse sul web da parte del gruppo, nel tentativo di fare proselitismo per la causa jihadista. Esaltando i recenti attentati del 13 novembre i presunti jihadisti parlavano di minacce a Bergoglio, di cui dicevano che sarebbe stato "l'ultimo Papa". 

Correlati:

Siria, Assad: pronto a dimettermi solo dopo aver sconfitto ISIS e jihadisti
In Afghanistan istruttori USA e UK addestrano jihadisti dalla Russia
Tags:
jihadisti, arresto, Kosovo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik