10:04 17 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 19°C
    Papa Francesco

    Il viaggio più pericoloso per Papa Francesco nell’era del terrorismo

    © AP Photo/ Andrew Medichini
    Italia
    URL abbreviato
    134931

    Papa Francesco, atterrato in Kenya, viaggerà senza auto blindata e giubbotto anti proiettile.

    Papa Francesco è atterrato in Kenya, dando così inizio al suo viaggio piu' difficile e piu' pericoloso. Sei giorni tra Kenya, Uganda e Repubblica Centrafricana, all'insegna della "riconciliazione", di "pace e perdono". Nonostante gli avvertimenti di possibili attentati, il Papa girera' in papamobile scoperta senza giubbotto anti proiettile.

    La macchina organizzativa per la sicurezza nei tre Paesi puo' contare su 25mila agenti di polizia, la maggior parte di loro appartenenti a unita' paramilitari, e 3mila caschi blu.

    A preoccupare di piu', e' la tappa nella Repubblica Centrafricana, a Bangui, per l'apertura in anticipo, rispetto all'8 dicembre, dell'apertura della Porta Santa per il Giubileo. Una tappa questa, fortemente voluta da Papa Francesco che ha respinto ogni avvertimento di possibili attentati. Qui la sua sicurezza e' nelle mani di 3mila caschi blu, circa un migliaio di soldati provenienti da diversi contingenti internazionali e 500 poliziotti locali.

    All'arrivo a Nairobi, Papa Francesco e il presidente del Kenya, Uhuru Kenyatta, hanno piantato insieme un ulivo alla State House di Nairobi, dove ha avuto luogo la cerimonia di benvenuto. Dopo l'esecuzione degli inni, gli onori militari e la presentazione delle rispettive delegazioni, il Papa e il presidente hanno avuto un breve colloquio, al quale ha fatto seguito la firma del Libro d'Oro.

    Nel Palazzo Presidenzale si e' tenuto anche un incontro bilaterale tra le Delegazioni vaticana e keniota al quale hanno partecipato — da parte vaticana — il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, i cardinali Filoni, Turkson e Njue e il sostituto della Segreteria di Stato, monsignor Giovanni Angelo Becciu.

    Nel giardino del palazzo, il Papa pronuncerà il primo discorso ufficiale della visita in Africa davanti a membri del governo, corpo diplomatico, ed esponenti della società kenyota.

    Correlati:

    Papa Francesco: Maledetti coloro che operano per la guerra e le armi
    Papa Francesco: Fondamentalismo rischio per ogni religione
    Tags:
    Giubileo, Viaggio, Papa Francesco, Repubblica Centrafricana, Uganda, Kenya, Africa, Vaticano
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik