19:39 24 Settembre 2018
Papa Francesco

Vatileaks, il Papa: “La cassa non è in ordine”

© AP Photo / L'Osservatore Romano, Pool
Italia
URL abbreviato
0 10

Le frasi carpite abusivamente in una riunione del 2013 e apparse oggi nel libro “Via Crucis” che ha dato inizio allo scandalo della fuga di notizie.

E' arrivato il giorno attesissimo dell'uscita nelle librerie italiane di due volumi di cui si discute da giorni e che contengono le rivelazioni che hanno portato all'arresto nella giornata di domenica dei due presunti "corvi", Francesca Choauqui e monsignor Vallejo.

In uno dei due libri, "Via Crucis" del giornalista Mediaset Gianluigi Nuzzi, è possibile da oggi leggere le parole pronunciate da Bergoglio nel corso della riunione riservata del3 luglio 2013 al centro dell'attenzione dei media internazionali in questi giorni.

"La cassa non è in ordine, bisogna mettere un po' di ordine nella cassa. Tutti siamo buoni ma anche il Signore ci chiede un' amministrazione responsabile per il bene della Chiesa".

Queste le parole di Papa Francesco, la cui registrazione illecita è giunta fino a Nuzzi, che nel suo ultimo libro scopre il velo sulle manovre interne al Vaticano per ostacolare il percorso di rinnovamento voluto dal Pontefice. In quella occasione Francesco si apprestava infatti ad annunciare la costituzione della Commissione, poi sciolta, che sarebbe stata chiamata a riorganizzare le finanze vaticane.

Nella giornata di ieri intanto, una nuova dichiarazione ufficiale da parte della Santa Sede è stata affidata a padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa vaticana.

"Il Vaticano — si legge nella nota — non prende decisioni sulla base dei libri di Nuzzi e Fittipaldi. Il Vaticano conosce molto bene la realtà e sa cosa deve fare". 

Correlati:

Fuga di notizie, arrestate due persone in Vaticano
Papa Francesco: Chiedo perdono per scandali in Campidoglio e in Vaticano
Papa Francesco: Fondamentalismo rischio per ogni religione
Tags:
Scandalo, Vatileaks, Papa Francesco, Vaticano
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik