18:00 19 Giugno 2018
Laura Boldrini

Boldrini, allarme per il servizio pubblico d'informazione in Italia

© flickr.com/ Saeima
Italia
URL abbreviato
117

La presidente della Camera denuncia l'assenza di corrispondenti italiani nel servizio pubblico, venendo così meno la trasmissione della cultura italiana all'estero.

"Il nostro servizio pubblico non ha quasi più corrispondenti propri o ne mantiene solo molto pochi".

Questo l'allarme lanciato dal Presidente della Camera Laura Boldrini, aprendo la Giornata del Libro al parlamento italiano.

Secondo la Boldrini, "la nostra lingua e la nostra cultura vengono trasmesse anche grazie l'attività dei corrispondenti ed è molto miope non tornare a investire in queste risorse da parte del servizio pubblico d'informazione".

Invitati a parlare premi Nobel come Joseph Stiglitz, economisti, intellettuali e studiosi che hanno acceso dibattiti e riflessioni come Thomas Picketty e Saskia Sassen, sociologa della London School of Economics, quest'ultima nota per le analisi sulla globalizzazione e i processi transnazionali.

Rileva la presidente della Camera infatti che "esperti e studiosi ci aiutano a capire l'evoluzione della società e contribuiscono con i loro studi e con la loro conoscenza a immettere nuove idee nella politica in uno scenario di medio-lungo termine".

L'edizione di quest'anno può infine vantare l'esposizione di un 'gioiello' letterario: si tratta di un manoscritto di Alessandro Manzoni del 1868: "Dell'unità della lingua e dei mezzi per diffonderla". La Biblioteca Reale di Torino ha prestato alla Camera il prezioso documento storico per l'occasione.

Correlati:

Esce il libro “Il casinò della finanza globale” di Mario Lettieri e Paolo Raimondi
Mattarella inaugura il Salone del libro a Torino
Murzilka va a Bologna alla Fiera del Libro per Ragazzi
Tags:
giornalisti, Parlamento, Laura Boldrini, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik