14:49 15 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 2°C
    Giornali nel chiosco

    Le prime pagine italiane del 21 ottobre

    © Fotolia/ Elis Lasop
    Italia
    URL abbreviato
    0 01

    Quotidiani italiani concentrati oggi sulle vicende di politica interna, con la sentenza della Consulta, che ha rigettato il ricorso del governatore della Campania De Luca, a proposito dei requisiti di candidabilità richiesti dalla legge Severino. Poi l'annuncio del premier Renzi sulla Tasi, che verrà pagata anche dai proprietari di case “di lusso”.

    "Resta la tassa sulle case di lusso": apre così La Stampa, che riferisce del dietrofront del governo a proposito di Tasi e dei criteri per la sua esenzione. Poi nel catenaccio "Marino valuta se ritirare le dimissioni da sindaco di Roma. Il PD: non ci sono le condizioni". Di spalla una notizia destinata a far discutere: "Giallo sulla salute di Papa Francesco", dopo le indiscrezioni fatte circolate nella tarda serata di ieri dal Quotidiano Nazionale, che ha parlato di "tumore curabile" al cervello per i Pontefice prima della secca smentita della Santa Sede. 

    "Sì alla Severino, rischi per De Luca e De Magistris" per il Corriere della Sera, che tratta come argomento di primo piano la sentenza della Consulta, destinata a far scattare un terremoto politico attorno al governatore della Campania ed al sindaco di Napoli.

    Su La Repubblica il "dietrofront sulle case di lusso" di Renzi: pagheranno l'IMU, mentre sul romano Il Messaggero torna di attualità la vicenda delle dimissioni del sindaco: "Marino resiste, Renzi volta pagina".

    Ancora più esplicito sull'argomento è Il Manifesto che titola "Risale Marino": il sindaco uscente di Roma "convoca la stampa, smonta le accuse e lascia intendere di potere ritirare le dimissioni".

    Sul cattolico Avvenire la crisi dei migranti, con "Profughi, più muri e meno impegno UE: solo 6 paesi — si legge nel sommario — disponibili ad accogliere 150 migranti". 

    Correlati:

    Migranti, Renzi: Parole Tusk non rispettose degli italiani
    Papa Francesco: Chiedo perdono per scandali in Campidoglio e in Vaticano
    Tags:
    profughi, IMU, TASI, tasse, legge di stabilità, Crisi dei migranti, Papa Francesco, Matteo Renzi, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik