06:21 25 Novembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca-5°C
    Papa Francesco ha chiesto ai clochard Pregate per me. Ho bisogno della preghiera di persone come voi.

    Papa Francesco: Chiedo perdono per scandali in Campidoglio e in Vaticano

    © REUTERS/ Tony Gentile
    Italia
    URL abbreviato
    0 16121

    Le parole del Pontefice prima dell'udienza generale riservata ai bambini nella Basilica di San Pietro. Anti corruzione ferma i primi appalti del Giubileo per presunte irregolarità.

    Nelle ore in cui la Procura di Roma indaga sui primi appalti per il prossimo Giubileo, il Papa ha aperto oggi l'udienza generale dedicata ai bambini con una richiesta di perdono molto particolare.

    "Gesù è realista ed è inevitabile che vengano scandali, ma guai all'uomo a causa del quale avviene lo scandalo, io vorrei prima di iniziare la catechesi, in nome della Chiesa chiedervi perdono per gli scandali che in questi ultimi tempi sono caduti sia a Roma che in Vaticano, vi chiedo perdono".

    Così Bergoglio a proposito delle inchieste giornalistiche e giudiziarie che hanno coinvolto, tanto il Comune di Roma quanto la Curia romana, in questi anni, a poche settimane dal "perdono" che l'apertura della Porta Santa renderà possibile ai pellegrini che si recheranno in Vaticano.

    Sul fronte dei preparativi per l'attesissima data del 8 dicembre, l'Autorità anti corruzione ha reso noto in queste ore di aver provveduto alla segnalazione di alcuni appalti sul rifacimento delle strade della città. Da qui l'indagine lampo della Procura di Roma che oggi ha portato all'arresto di due imprenditori e un funzionario del Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale. 

    Correlati:

    Merkel e Papa Francesco verso il nobel per la Pace
    Il Papa apre il Sinodo: No a compromessi come in parlamento
    Il decadimento dell'Occidente visto da Papa Francesco
    Papa Francesco all'Onu. Sì all'ambiente, no alla guerra
    Tags:
    Giubileo, Chiesa Cattolica, Papa Francesco, Vaticano, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik