19:47 24 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca-4°C
    giornali

    Le prime pagine italiane del 13 ottobre

    © Fotolia/ Pio Si
    Italia
    URL abbreviato
    0 11302

    Il voto finale sulla riforma del Senato, è uno degli argomenti scelti dalle redazioni dei principali quotidiani per le aperture di oggi, dove trova spazio anche la polemica sul testo di legge che regolerà le unioni civili. La situazione turca a tre giorni dalle bombe di Ankara ed il Sinodo sulla famiglia le altre notizie di primo piano.

    Politica interna su La Stampa, con gli sviluppi del dialogo interno alla maggioranza riguardo alla manovra finanziaria: "Aiuti alle famiglie bisognose, esodati mancano i fondi".

    Anche su La Repubblica i titoli di apertura sono sulle scelte del governo, con l'accento posto stavolta sullo scontro tra Alfano ed il D sulla legge che regolerà le unioni civili; sulle pensioni "è rottura". Di spalla l'indiscrezione, riportata anche da altre testate, delle turbolenze che starebbero agitando il Sinodo sulla famiglia: "rivolta dei conservatori, giallo sulla lettera anti-Papa".

    "Unioni civili, muro di Alfano" è il titolo del Corriere della Sera, che riferisce dello scontro interno al governo sulle adozioni. Nel catenaccio la notizia della formalizzazione delle dimissioni di Ignazio Marino da sindaco di Roma: "spese contestate, arriva la Finanza".

    La giornata decisiva per il Senato italiano, pronto da oggi a cambiare la sua composizione dopo oltre 50 anni è tema di interesse per l'Unità ed Il Manifesto, che aprono sullo stesso tema ma con un taglio decisamente opposto: se per il primo alle "ore 15 la seduta è tolta", per lo storico quotidiano comunista "La legge costituzionale che il senato voterà oggi dissolve l'identità della Repubblica nata dalla Resistenza, con un passaggio della lettera aperta scritta da un gruppo di costituzionalisti che appoggia il no alla riforma.

    Sul cattolico Avvenire gli strascichi delle bombe di Ankara: "Polveriera Turchia" è il titolo, mentre nel catenaccio troviamo la notizia della fuga dalla prigionia in Siria di padre Murad, sequestrato dall'ISIS lo scorso 21 maggio. 

    Correlati:

    Attentato in Turchia, nominate le forze sospette
    Ankara, Nato invia la Turchia a “risposta proporzionata”
    Riforma del Senato italiano, stasera il voto sul contestato art.2
    Il Papa apre il Sinodo: No a compromessi come in parlamento
    Tags:
    politica interna, Senato, ISIS, Ignazio Marino, Papa Francesco, Il Ministro degli Interni Angelino Alfano, Turchia, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik