14:17 23 Novembre 2017
Roma+ 18°C
Mosca-3°C
    giornali nel chiosco

    Le prime pagine italiane del 7 ottobre

    © Jeroen Bosman
    Italia
    URL abbreviato
    0 7801

    Aperture dedicate quasi esclusivamente all'ipotesi di una partecipazione italiana ai raid in Iraq contro l'ISIS sui quotidiani italiani di oggi, dove è presente anche il dibattito sul lavoro, dopo le parole del presidente di Confindustria sul contratto nazionale.

    "Attacco all'ISIS, i piani dell'Italia" è il titolo de La Stampa, che riporta in prima pagina il sì di Renzi a margine dell'assemblea ONU: servirà il voto del parlamento.

    "Iraq, scontro sui raid italiani" è invece la scelta del Corriere della Sera, che sceglie di mettere in evidenza le diverse posizioni politiche sul delicato tema.

    Per La Repubblica sempre l'ipotesi di un intervento italiano, ma non solo. "Attacco in Siria, scontro Nato-Putin. L'Italia: sui raid decide il parlamento".

    Sul foglio economico Il Sole 24 Ore le dichiarazioni di Squinzi, presidente di Confindustria, all'attacco dei sindacati: "Sui contratti il capitolo è chiuso", mentre sullo stesso tema una diversa lettura è data dal quotidiano Il Manifesto, che sceglie un ironico "Bello ciao" a proposito del contratto nazionale.

    Sul cattolico Avvenire titoli dedicati agli interventi contro lo Stato Islamico: "Siria, Mosca accelera. No ai raid italiani", poi nel sommario: ipotesi di azioni in Iraq, Camere in subbuglio".

    Lotta all'ISIS anche su Il Fatto Quotidiano che, a proposito del possibile coinvolgimento italiano nei raid della coalizione, titola "Siamo in guerra (ma non si dice)".

    Correlati:

    Mosca:USA in Siria inefficienti, perché non vogliono alleanza con Damasco
    Siria, dai media di tutto il mondo campagna anti-Russia
    Russia-Usa, il Pentagono non coordinerà con Mosca l’azione in Siria
    Siria, il nemico del mio nemico è mio amico
    Tags:
    Raid contro "Stato islamico", ISIS, NATO, Vladimir Putin, USA, Iraq, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik