18:44 16 Novembre 2018
Made in Italy giornali

Le prime pagine italiane del 2 ottobre

© Fotolia / lorenzot81
Italia
URL abbreviato
102

L'ennesima strage in un college americano, con l'eccidio di Roseburg, è la notizia di primo piano per molti quotidiani italiani che danno ampio risalto anche alla politica interna, con l'approvazione dell'articolo 1 del ddl Boschi in un clima infuocato al Senato.

E' il caso del Corriere della Sera, che titola "Primi sì, la riforma accelera" in merito alla giornata di lavori svoltasi ieri nell'aula di palazzo Madama: "evitato il voto segreto, passa l'articolo 1. Opposizioni verso l'Aventino". In taglio alto, la strage al college dell'Oregon, "I testimoni: chiedeva la nostra religione".

"Usa, la strage del college" è il titolo di apertura de La Repubblica, che riporta nel catenaccio "l'ira di Obama: basta armi". A centro pagina la notizia dell'uccisione di due israeliani in Cisgiordania, destinata a rinfocolare le tensioni nella regione.

Politica interna su La Stampa: "Spesa pubblica, il governo taglierà meno del previsto" si legge nel titolo principale, con l'indiscrezione dei minori risparmi decisi da palazzo Chigi: "meno sacrifici — si legge nell'occhiello — per sanità, Regioni e Comuni".

Il Messaggero segnala l'ampliamento dei voti a sostegno dell'esecutivo, così come uscito ieri dalla delicata seduta al Senato: "Riforme, maggioranza più larga" mentre, sempre in tema di riforme, è l'Unità a salutare il prossimo cambio delle regole, con "Addio vecchio Senato": "verso l'Italia semplice — si legge nel sommario — la maggioranza regge e parte con 172 sì all'articolo 1".

Sul cattolico Avvenire sono gli sviluppi della crisi mediorientale a fare il titolo: "Scintille tra Usa e Russia. E in Siria c'è anche l'Iran". 

Correlati:

Italia, in Senato ore decisive per le riforme
Riforme, Grasso stoppa emendamenti Lega
Tags:
politica interna, Politica Italiana, Riforme, Senato, Palazzo Chigi, Russia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik