06:39 22 Novembre 2017
Roma+ 7°C
Mosca0°C
    La foto del profilo Facebook di Matteo Renzi

    Renzi: Italia pronta a ruolo guida in Libia

    Italia
    URL abbreviato
    615005

    Il premier italiano nel suo intervento di ieri al Palazzo di Vetro: l'UE nata per abbattere muri, non per costruirne.

    Parlando all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi ha annunciato che l'Italia è pronta ad assumere un ruolo guida per la risoluzione della crisi libica, collaborando con un governo di unità nazionale "nei settori chiave".

    "l'Italia è pronta a collaborare con un governo di unità nazionale nei settori chiave e ad assumere, se il governo libico lo chiederà, un ruolo guida per un meccanismo di assistenza e stabilizzazione con il sostegno della comunità internazionale".

    Il premier italiano, che non si è limitato alla crisi libica nel corso del suo intervento, ha voluto poi rivendicare quanto è stato fatto sul piano del salvataggio ed accoglienza dei migranti, ricordando come l'Italia è stato il primo Paese a cogliere la dimensione del fenomeno che stava montando nel Mediterraneo e che oggi sta travolgendo l'Europa ad ogni suo confine, interno ed esterno.

    Poi, proprio in tema di Europa e delle sue divisioni, rese esplicite dalla crisi migratoria in atto, Renzi ha ammonito su come il sogno di un'Europa libera dalle divisioni, nato 25 anni fa, sia nuovamente in pericolo.

    "L'Europa è nata per abbattere i muri, non per edificarli" ha detto il premier italiano con riferimento al muro di Berlino caduto nel 1989. "Solo attraverso il dialogo e il negoziato possiamo dare un futuro alle nuove generazioni — ha poi concluso — è necessario ridare valore alla politica". 

    Correlati:

    Libia e Siria, “la UE ha paura della verità sull'afflusso di profughi”
    Libia, l'Ue sostiene l'Onu nella formazione di un governo di unità nazionale
    Tags:
    crisi in Libia, Matteo Renzi, Libia, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik