14:56 21 Novembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 0°C
    Primi strascichi in casa Pd dopo il voto all’Italicum. Sel pronta a creare una nuova forza politica.

    Riforme, Grasso stoppa emendamenti Lega

    © AFP 2017/ Andreas Solaro
    Italia
    URL abbreviato
    0 7601

    Il presidente del Senato italiano boccia gli 82 milioni di emendamenti al testo del disegno di legge Boschi sulle riforme presentati dal senatore leghista Roberto Calderoli.

    "Per rispettare i tempi stabiliti dal calendario dei lavori, la presidenza è impossibilitata a vagliare nel merito l'abnorme numero di emendamenti se non al prezzo di creare un precedente che consenta di bloccare i lavori parlamentari per un tempo incalcolabile".

    Con questa comunicazione il presidente del Senato italiano Pietro Grasso ha fatto così scattare la cosiddetta tagliola, rendendo noto che non verranno presi in considerazione gli oltre 82 milioni di emendamenti leghisti, presentati in questi giorni da Roberto Calderoli nel chiaro tentativo di fare ostruzionismo al percorso in Parlamento del ddl sulle riforme a firma Maria Elena Boschi.

    Grasso non ha mancato di sottolineare come ci siano oltre 500mila emendamenti presentati in Commissione Affari Costituzionali da esaminare, mentre all'Aula ne restano ancora da votare 380mila. Per quanto riguarda questi ultimi il presidente del Senato, attenendosi al regolamento, ha dichiarato che verranno dichiarati ammissibili o meno "articolo per articolo. LE verifiche sono ancora in corso — ha fatto dichiarato Grasso — è un lavoro che va fatto in progress". 

    Correlati:

    Riforma Senato, il ddl Boschi a palazzo Madama
    Tags:
    Riforma costituzionale, emendamento, Lega Nord, Senato, Pietro Grasso, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik