06:06 23 Ottobre 2017
Roma+ 14°C
Mosca0°C
    giornali nel chiosco

    Le prime pagine italiane del 27 luglio

    © Jeroen Bosman
    Italia
    URL abbreviato
    0 87 0 0

    La politica interna apre le principali testate italiane in questo inizio di settimana con la questione del taglio delle tasse e l'eco delle polemiche per gli scioperi di Fiumicino e Pompei. Spazio poi alle conseguenze dell'inchiesta su Mafia Capitale, con la giunta Marino che perde un altro pezzo: via l'assessore al bilancio.

    "Scioperi, verso il giro di vite: Mai più Pompei e Fiumicino". Apre così La Stampa che a proposito di cifre nel sommario della notizia para di "servizi pubblici bloccati l'anno scorso 2084 volte. S centro pagina lo sport con il "Riscatto Ferrari: Vettel domina in Ungheria".

    Le vicende politico-giudiziarie di Roma in prima pagina sul Corriere della Sera: "Marino in trincea: Sugli appalti l'ultimo conflitto" è il titolo di prima pagina in cui vengono spiegate le ragioni dell'abbandono di Silvia Scozzese, assessore al Bilancio del Comune di Roma. A destra il lancio di un reportage sulla crisi della sponda sud del Mediterraneo: "La Libia 4 anni dopo, un Paese di polvere e odio".

    La questione tasse apre l'edizione di oggi de La Repubblica, che riferisce delle intenzioni del governo italiano di tagliare la spesa pubblica: "Subito in un decreto i primi tagli ala sanità, tetto ad esami e visite". Poi nel catenaccio la reazione delle Regioni: "abbiamo già dato". A centro pagina due news di esteri, con "Turchia, cortei contro raid, ucciso poliziotto ad Istanbul" e "Gerusalemme, i militari entrano nella moschea".

    Il Fatto Quotidiano lancia in prima pagina un'intervista al procuratore calabrese Nicola Gratteri, che a proposito del progetto di riforma del processo penale e di alcune contestate norme, parla di "Regalo ai boss. Stop alle registrazioni e ghigliottina sulle indagini su Cosa Nostra: assurdo".

    Stampa romana ovviamente alle prese con il rimpasto di giunta dell'amministrazione Marino. E se per il Messaggero il sindaco della capitale è "assediato, conti a rischio", per Il Tempo, altro storico quotidiano di Roma, la città si ribella al degrado: "Roma fa schifo, aridatece Cerroni", con riferimento polemico alla precedente gestione dell'appalto sui rifiuti rimossa dall'attuale amministrazione. 

    Correlati:

    Renzi: Avanti col taglio delle tasse, Europa non sia solo maestrina
    Tags:
    tasse, sciopero, Mafia, Cosa Nostra, Ignazio Marino, Roma, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik