21:14 21 Ottobre 2017
Roma+ 18°C
Mosca+ 0°C
    Corte di Giustizia Europea

    Rifiuti, maxi multa UE all'Italia

    © flickr.com/ Cédric Puisney
    Italia
    URL abbreviato
    112601

    La Corte di Giustizia Europea condanna l'Italia al pagamento di una multa da 20 milioni di euro per violazione delle norme comunitarie in Campania, regione storica piagata dall'emergenza rifiuti.

    L'Italia è stata condannata al pagamento di una maxi multa da 20 milioni di euro per l'emergenza rifiuti del 2007 nella regione Campania. A deciderlo è stata ieri la Corte di Giustizia dell'Unione Europea, che ha fissato anche in 120mila euro la penalità, a decorrere da oggi, da corrispondere per ogni giorno di ritardo nell'attuazione della sentenza.

    La vicenda affonda le radici nella crisi del ciclo dei rifiuti campano del 2007, su cui la Corte UE si era espressa con sentenza di condanna per l'Italia nell'anno 2010. A seguito di quella crisi infatti, la Commissione UE decise che era necessario aprire una procedura di infrazione verso l'Italia, per la mancata creazione in Campania di una rete integrata adeguata alla gestione del ciclo dei rifiuti nella regione e proprio nel 2010 la Corte UE condannò l'Italia, chiedendo interventi strutturali.

    "In detta regione si è accumulata una grande quantità di rifiuti storici (sei milioni di tonnellate di ecoballe), che deve ancora essere smaltita, il che richiederà verosimilmente un periodo di circa quindici anni. Infine persistono carenze strutturali in termini di impianti di smaltimento dei rifiuti, indispensabili nella regione Campania".

    Questa una parte della sentenza emessa ieri dalla Corte UE che impone ora all'Italia il pagamento della maxi multa da 20 milioni di euro più le penalità che scattano da oggi.

    Correlati:

    ISTAT: In Italia 4 milioni di poveri
    Tags:
    multa, pena, Commissione Europea, Corte UE, Corte di Giustizia dell'Unione Europea, UE, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik