Widgets Magazine
14:24 23 Ottobre 2019
Datemi un lavoro migliore - un murales che traduce il desiderio di molti giovani italiani

Disoccupazione italiana raddoppiata dal 2007

© flickr.com/ Dunkan C
Italia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

I dati dell'Employement Outlook dell'OCSE fotografa una situazione drammatica per il mondo giovanile: 42,7% i senza lavoro.

Ennesimo record negativo per l'Italia in Europa, secondo i dati del mercato del lavoro dei paesi OCSE. Diffuso oggi il rapporto dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo sul lavoro, che con il suo Employement Outlook descrive per numeri il 2014 dell'area OCSE sul fronte del lavoro.

Preoccupanti i dati riguardanti l'Italia, che fa registrare record negativi sia nelle statistiche di breve che di lungo periodo. Dal 2007, anno di inizio della crisi, il tasso di disoccupazione italiana è più che raddoppiato, passando dal 6,1% di 8 anni fa al picco del 12,7%fatto registrare nel 2014. In termini di previsioni l'OCSE stima per l'Italia il 12,4% per il 2015 ed una leggera attenuazione fino al 12% previsto per il 2016, sotto del 2% rispetto alla media europea.

Altro dato negativo è rappresentato dalla cosiddetta disoccupazione di lungo periodo: del totale degli inoccupati italiani nel 2014 il 61% era in cerca di lavoro da almeno 12 mesi.

Ma il vero tasto dolente per l'Italia, con un dato in trend costantemente in crescita, è la disoccupazione giovanile, arrivata nel 2014 al 42,7%. In forte aumento anche i contratti atipici e precari, che rispetto a dodici mesi prima hanno fatto registrare nel 2014 un amento di 3 punti percentuali, passando al 56% del totale. Nel 2007 i contratti precari erano il 42%.

In forte aumento i NEET, ossia i giovani sotto i 25 anni senza lavoro e non impegnati in percorsi formativi, che in Italia rappresentano il 25% dei disoccupati. In questa particolare graduatoria l'Italia è "davanti" solo a Grecia e Turchia, con il dato turco in diminuzione rispetto ai livelli pre-crisi.

 

Correlati:

Ripresa economia, Mattarella: Moltiplicare gli sforzi
I quattro motivi per cui l'Italia non funziona, per tacer di Renzi
Tags:
record, disoccupazione, OSCE, Matteo Renzi, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik