07:38 24 Ottobre 2017
Roma+ 6°C
Mosca-3°C
    I carabinieri di Roma avanti alla Direzione Nazionale Antimafia

    Mafia, sequestrati beni per 1,6 miliardi

    © AFP 2017/ Andreas Solaro
    Italia
    URL abbreviato
    0 86 0 0

    Maxi operazione antimafia contro imprenditori legati al clan dei Corleonesi. Il sequestro effettuato dagli uomini della Digos di Palermo è uno dei più ingenti di sempre.

    Maxi sequestro di beni in tutta Italia nell'ambito di un'operazione antimafia condotta dalla Digos di Palermo coordinata dalla Procura del capoluogo siciliano. In una nota diffusa dalla Direzione Investigativa Antimafia questa mattina si rende noto il valore complessivo dei beni sequestrati a una coppia di fratelli imprenditori legati al clan mafioso dei Corleonesi: 1 miliardo e 600 milioni di euro, per un ammontare complessivo che fa dell'operazione di queste ore una delle più importanti della storia italiana.

    Secondo gli inquirenti gli imprenditori colpiti dal provvedimento, i Virga di Palermo, erano legati a famiglie mafiose siciliane con le quali avevano messo in piedi il cosiddetto "metodo Siino", dal nome di quello che negli anni 80 e 90 veniva definito il "ministro dei lavori pubblici di Cosa Nostra". Il metodo consisteva nell'organizzazione di "cartelli" che garantissero l'aggiudicazione pilotata degli appalti pubblici.

    Grazie all'appoggio delle famiglie mafiose, questa l'accusa degli inquirenti, i Virga sarebbero riusciti negli anni ad accaparrarsi numerosissimi ed importanti appalti che hanno consentito loro di sviluppare ed imporre in regime di quasi monopolio la loro attività imprenditoriale. 

    Correlati:

    Mafia capitale: altri arresti e Campidoglio sotto assedio
    Tags:
    Mafia, metodo Siino, sequestro, Procura di Palermo, Direzione Investigativa Antimafia, Mafia Capitale, Cosa Nostra, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik