14:56 15 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 2°C
    Stretta di mano fra Putin e MattarellaScambio di doni tra Papa Francesco e Vladimir PutinVladimir Putin interviene a Expo

    La giornata italiana di Putin, dall'EXPO al Quirinale

    © Sputnik. © REUTERS/ Flavio Lo Scalzo
    1 / 3
    Italia
    URL abbreviato
    0 170

    Intenso programma per la visita di Vladimir Putin in Italia. In mattinata la visita all'EXPO per l'inaugurazione del Giorno della Russia e il colloquio col premier Renzi. Nel pomeriggio a Roma incontri con il Papa ed il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

    Prima del rientro a Mosca incontro con Berlusconi a Fiumicino

    Vladimir Putin ha incontrato Silvio Berlusconi, suo amico di vecchia data, prima del decollo per Mosca previsto in serata da Fiumicino. L'incontro si è svolto in forma privata e senza telecamere e giornalisti al seguito nella zona del cerimoniale ufficiale all'aeroporto di Fiumicino, dove Putin è arrivato alle 21:10.


    Concluso l'incontro tra Putin e Mattarella, ora il presidente russo si avvia verso Fiumicino 

    Tre quarti d'ora di colloquio tra i presidenti di Russia e Italia al Quirinale. Con Putin, Mattarella ha parlato della crisi ucraina perorando la causa di una maggiore strategia a livello internazionale, anche per affrontare i nodi del terrorismo e dell'immigrazione nel Mediteranneo, nonchè quello della stabilizzazione politica della Libia, nel quale in sede ONU la Russia può esercitare un ruolo fondamentale. Il Capo dello Stato italiano si è quindi pronunciato per un bilanciamento tra la posizione ferma degli alleati sulle sanzioni e la necessità del dialogo con la Russia.

    I presidenti di Russia e Italia, Putin e Mattarella.
    © Sputnik.
    I presidenti di Russia e Italia, Putin e Mattarella.

     


    Putin da Sergio Mattarella

    Vladimir Putin è giunto al Quirinale per incontrare il presidente della Repubblica Sergio Matarella, reduce da un viaggio nelle principali capitali europee, in cui ha sottolineato l'importanza del dialogo tra i vari attori della politica internazionale.

    Al centro dei colloqui i temi già trattati con Renzi: crisi ucraina, ma soprattutto stabilizzazione in Nord Africa e possibile impiego della marina russa nel blocco navale nel Mediteranneo.


    Putin dal Papa, i dettagli:

    Papa Francesco ha accolto Vladimir Putin dicendogli "Benvenuto" in tedesco. Putin ha donato al Papa una figura della Chiesa di San Salvatore fatto a mano in filo d'oro. Il Papa ha donato al presidente russo l'"Angelo della Pace". Putin uscendo ha detto a Papa Francesco "è stato un grande onore e piacere incontrarla, arrivederci". Nel colloquio, durato 50 minuti, si è parlato di Ucraina e Medio Oriente.

    Scambio di doni tra Papa Francesco e Vladimir Putin
    Scambio di doni tra Papa Francesco e Vladimir Putin

     


    L'incontro di Putin con il messo pontificio:

    L'incontro di Putin con il messo pontificio
    L'incontro di Putin con il messo pontificio

     

     


    Putin è arrivato al Vaticano

    Alle 18:00, con circa un ora di ritardo rispetto al programma il corteo di Vladimir Putin è arrivato al Vaticano per l'udienza con Papa Francesco. 


    VIDEO: La folla saluta Putin all'uscita dall'EXPO

     


    A Roma Mattarella, il Papa e (forse) Berlusconi

    Dopo la mattinata milanese Vladimir Putin si recherà a Roma, dove incontrerà il presidente della Repubblica Sergio Matarella ed in udienza privata verrà ricevuto da Papa Francesco.  Per Vladimir Putin quello con Mattarella sarà il primo incontro ufficiale, mentre Papa Francesco è il terzo pontefice  che incontra Putin, dopo Giovanni Paolo II (2000 e 2003) e Benedetto XVI (2007). 


    Conferenza stampa di Putin e Renzi: EXPO, Ucraina, relazioni internazionali:

    Sul G7 ed il dialogo internazionale:

    Alla domanda su quali siano le relazioni tra Russia e G7 Putin ha risposto così:

    Al momento nessuna. Quando abbiamo lavorato in questo formato abbiamo cercato di portare un punto di vista alternativo, quando non l'hanno più voluto, ci hanno espulsi. Il G7 non è un'organizzazione ma un club d'interessi. Gli auguriamo buona fortuna perchè credo che ogni forma di contatto serve al bene del dialogo internazionale. Dal canto nostro ci sono anche altre piattaforme: c'è il formato più ampio del G20, l'organizzazione di Shangai per la Sicurezza e la Collaborazione dove entreranno India e Pakistan, siamo attivi nel Consiglio di Sicurezza dell'ONU ed ai nostri partner del G7 diciamo che siamo aperti ad ogni contatto bilaterale. - Vladimir Putin

    Sanzioni:

    "Abbiamo parlato delle sanzioni, ma in maniera molto realistica. Esse ostacolono i nostri business comuni. Ci sono accordi in atto per la realizzazione di infrastrutture con progetti vinti da società italiane, che però non possono essere portati a termine perchè le sanzioni in atto vietano determinate transizioni finanziare. Alle imprese italiane non è stato possibile pagare un miliardo di euro a causa di questo. Se volete sostenere le vostre aziende occore uscire da questa situazione, oppure studiare un metodo diverso. Altrimenti per noi trovare altri partner non è un problema, ma non vorremmo interrempore meccanismi di collaborazione inoltrati da tempo. Sono convinto che prima o dopo si troverà una via d'uscita" - Vladimir Putin

    Presidente russo Vladimir Putin e Primo Ministro italiano Matteo Renzi a Milano
    © Fotobank.ru/Getty Images/ Sasha Mordovets


    In Europa c'è una linea condivisa che mi permetto di dire vede l'Italia e i principali paesi della comunità Internazionale e, da quello che ci ha detto Putin. Se gli accordi di Minsk, come sottolinea Putin saranno rispettati da tutte le parti, e procederanno speditamente si potrà chiudere la vicenda delle sanzioni. Il punto di riferimento è il protocollo di Minsk-2. E' chiudere con successo questo protocollo sancirebbe forzerebbe una collaborazione che è già in atto a livello internazionale in Siria, nel processo di transizione nell'Iraq, nella complicata situazione della Libia, tutte situazioni dove il ruolo della Federazione Russa è molto importante e questo fatto è condiviso da tutti i paesi occidentali. - Matteo Renzi


    Renzi sull'Ucraina:

    "Minsk 2 è la stella polare, la bussola e punto di riferimento di tutti gli sforzi. Tutti gli uomini e donne di buona volontà che lavorano perchè Minsk 2 venga attuato e si superi la crisi in Ucraina." - Matteo Renzi



    Putin ricorda il "peso" delle relazioni business tra Italia e Russia:    
    Gli imprenditori italiani mostrano un grande interesse verso la Russia e capiscono il problema delle sanzioni. Il business italiano in Russia è presente con 400 aziende e 7 banche, attualmente ci spostiamo dall'acquisto dall'Italia di prodotti alla produzione in Russia. Finmeccanica e Sukhoi hanno realizzato un nuovo aereo passeggeri, Aermacchi fornirà elicotteri a Rosneft. La collaborazione in campo economico riflette l'affinità culturale fra i nostri paesi. -Vladimir Putin.


    Renzi cita Dostoevskiy: "la bellezza salverà il mondo"

    Dopo i ringraziamenti per l'invito ricevuto, il presidente Putin ha assistito poi al saluto del premier italiano Matteo Renzi. Un breve intervento quello di Renzi, che ha voluto in apertura ringraziare tutti i cittadini russi presenti all'evento, ha accolto Putin ribadendo come Mosca sia stata tra le prime ad appoggiare la candidatura di Milano per Expo. Immancabile poi un passaggio sulle relazioni tra i due Paesi, scandite a detta di Renzi dall'importante scambio culturale. In tal senso Renzi ha voluto citare il celebre passaggio di un noto romanzo dello scrittore russo Dostoevsky.

    "Quella straordinaria frase di Dostoevsky sulla bellezza che salva il mondo - ha detto il premier italiano - che è una pietra miliare nella costruzione culturale della vita letteraria e civica dei nostri paesi, sia stata scritta mi piace pensare proprio in Italia, in occasione di un soggiorno che il grande letterato russo ebbe nel nostro paese". 


    Putin prende la parola; "L'Italia è un grande Partner della Russia"

    Putin al Giorno della Russia
    Putin interviene ad EXPO per l'inaugurazione del Giorno della Russia

    "L'Italia è un importantissimo partner della Russia in Europa" ha detto il presidente russo all'inaugurazione della giornata nazionale russa all'Esposizione Universale.

    "Nel salutarvi esprimo riconoscenza al premier Renzi per la sua partecipazione alla giornata nazionale della Russia. Cerchiamo di rispettare gli interessi di entrambi i Paesi, tra Italia e Russia "i rapporti culturali, commerciali e politici durano da più di 500 anni".

    Descrivendo poi le ragioni della presenza della Russia ad Expo, il presidente Putin ha sottolineato come la sua partecipazione all'esposizione universale risalga a 160 anni fa.

    "All'Expo del 1906 di Milano - ha sottolineato Putin - raccogliemmo molte decorazioni".

    Sulle ragioni del presente e sul tema scelto per il 2015, Putin ha parlato del padiglione russo, allestito con particolare attenzione dedicata alle nuove frontiere raggiunte dagli scienziati russi in materia alimentare, con quello che ha definito "grande contributo all'economia e alla sicurezza alimentare in tutto il mondo" dalla Russia.

     


    Ore 12:00 Renzi accoglie Putin all'Expo di Milano


    Tutto pronto ad EXPO 2015 per il Giorno della Russia:

    Il 10 giugno ad EXPO è il Giorno della Russia.

    Programma molto ricco per tutti i visitatori: dopo la visita di Putin la festa continua con balli, spettacoli folcloristici, degustazioni e si concluderà con un grande spettacolo pirotecnico.

     

    Intorno al sito espositivo grandi misure di sicurezza: viabilità bloccata, mobilitati Polizia, Carabinieri ed Esercito. Il corteo di Putin prevede anche la presenza del ministro Lavrov, del numero 1 di Rosneft Igor Secin e del ministro dello sviluppo economico russo Uljukajev, oltre a un seguito di 70 giornalisti.

     

     

    Tags:
    Matteo Renzi, Vladimir Putin, Italia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik