12:14 16 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 3°C
    Il ministro degli Esteri di governo di Tripoli non riconosciuto a livello internazionale” Muhammed el-Ghirani afferma  di aver fatto tutti i possibili tentativi di dialogo, non ricevendo alcuna risposta europea.

    Liberato ostaggio italiano in Libia

    © AFP 2017/ Abdullah Doma
    Italia
    URL abbreviato
    0 0 0

    Il medico catanese era stato sequestrato lo scorso 6 gennaio.

    Gli uffici della Farnesina hanno confermato ieri la liberazione di Ignazio Scaravilli, medico italiano sequestrato in Libia lo scorso 6 gennaio, poco dopo il suo arrivo nel Paese per fornire assistenza medica volontaria. Scaravilli, padovano di 65 anni, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato liberato già una settimana fa.

    Secondo la ricostruzione operata dalla versione italiana dal quotidiano online Huffington Post il medico italiano sarebbe stato segretamente trattenuto poi dalle autorità islamiche che controllano l'ovest ed in cambio del suo rientro in Italia avrebbero chiesto il riconoscimento politico del governo di Tripoli. Questa circostanza non risulta tuttavia confermata.

    Sacaravilli, che secondo le ultime notizie è attualmente a Tripoli ed è atteso in Italia nei prossimi giorni, era partito per la Libia come volontario prima di Natale. Preso servizio presso l'ospedale di Dar al Wafa, dopo pochi giorni dal suo arrivo erano stati proprio alcuni suoi colleghi siciliani partiti con lui a dare l'allarme, non vedendolo rientrare dopo il consueto turno di lavoro.

    Correlati:

    Bardo. Touil in Italia il giorno della strage
    Sui social “cartoline” dell’Isis con minacce all’Italia. Ma per i Servizi sono poco attendibili.
    Tags:
    ostaggio, liberazione, Ministero degli Esteri, Ignazio Sacaravalli, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik