16:33 25 Aprile 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 14°C
    Made in Italy

    Le prime pagine italiane del 1 giugno

    © Fotolia / lorenzot81
    Italia
    URL abbreviato
    0 0 0

    I risultati delle elezioni regionali aprono oggi tutte le edizioni. Lo spoglio è ancora in corso e molte testate al momento di andare in stampa non si sono sbilanciate, pur descrivendo uno scenario che si è confermato nel corso delle ore notturne, con i primi risultati definitivi.

    "Dal voto regionale uno stop a Renzi. PD sconfitto in Liguria, in testa in Campania". Questa la scelta de La Repubblica, che non si sbilancia mandando alle stampe una prima pagina in cui vengono mostrate le proiezioni, ossia la previsione statistica del risultato delle singole regioni basato solo sulle prime sezioni scrutinate: "si profila un 5 a 2", si legge nel catenaccio, che da notizia del "boom dei candidati di Grillo. Bene anche la Lega".

    Anche nel caso del Corriere della Sera la prima pagina è composta sulla base delle prime proiezioni: "Liguria e Umbria in bilico". In realtà nel corso della notte il profilo del risultato nelle due regioni in questione si farà più netto, con la vittoria del candidato di centrodestra in Liguria e la conferma del presidente uscente in quota PD in Umbria. Il quotidiano di via Solferino sottolinea poi l'astensionismo record, con poco più del 50% degli aventi diritto che si è recato alle urne.

    "Voto, la Liguria verso il centrodestra". Così La Stampa, che riferisce del vantaggio, poi confermato nelle prime ore di questa mattina di Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia e candidato del centrodestra, che torna a governare questa regione dopo 10 anni.

    Sempre molto esplicito il titolo di apertura de Il Giornale, di proprietà della famiglia Berlusconi: "Elezioni regionali, schiaffoni a Renzi". Il quotidiano milanese descrive un Partito Democratico che "fatica" ed in cui "crollano i voti".

    Per Il Secolo Decimo IX, "Toti festeggia, crolla il PD". Il quotidiano genovese, che evidentemente riposta i risultati della regione in cui ha ampia diffusione, parla di "choc in Liguria". Poi sulla performance dei singoli partiti: "M5S primo partito ma il botto è della Lega".

    Titolo pungente per Il Tempo. Il quotidiano romano sceglie la strada dell'ironia per commentare i risultati di queste regionali, con "Come al solito hanno vinto tutti". Nel catenaccio la spiegazione di questa scelta: "Berlusconi esulta per la Liguria, Renzi per la Campania. Umbria in bilico". 

    Correlati:

    Putin si candida alle regionali in Veneto (ma è un omonima)
    La lista degli “impresentabili” per le elezioni regionali italiane
    Cassazione e Antimafia, i nodi politici verso le regionali italiane
    Tags:
    Elezioni, M5S, PD, Matteo Renzi, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik