14:00 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Debutta oggi nelle aule di giustizia italiane la disciplina che consentirà alle coppie sposate di ottenere il divorzio con tempi meno lunghi. L'allarme delle cancellerie: legge retroattiva, 50mila casi in più entro fine anno.

Grande attesa in Italia per il divorzio cosiddetto breve. La nuova disciplina, voluta dal governo Renzi nell'ambito degli interventi per velocizzare la giustizia italiana, è oggi ufficialmente al debutto. Di queste ore l'allarme delle cancellerie dei tribunali italiani, che potrebbero ritrovarsi in queste settimane inondate dalle richieste.

Sondaggio

Divorzio breve, cosa ne pensate?
  • E' una legge giusta, ma sarà difficile applicarla
    50.0% (88)
  • Era meglio lasciare tutto com'era, nei tribunali ci sono altre cause più importanti
    26.1% (46)
  • Basta non sposarsi
    23.9% (42)

La legge che regola le modalità per annullare gli effetti civili del matrimonio infatti è retroattiva: sarà dunque possibile richiedere l'accesso alla nuova procedura anche per quelle coppie che si trovino in una fase avanzata del vecchio "rito". Le associazioni di avvocati matrimonialisti e gli specialisti della materia ne sono convinti: solo quest'anno ci sarà un raddoppio delle cause di divorzio attualmente in essere, che passeranno dagli 50mila casi ai 100mila previsti entro fine anno.La nuova legge sul divorzio breve accorcia i tempi per ottenerlo, eliminando i 3 anni di separazione legale previsti dalla precedente disciplina. Da oggi si potrà ottenere la sentenza del giudice dopo 12 mesi, tempo che si accorcia ulteriormente arrivando a soli 6 mesi se il divorzio è "consensuale", ossia con accordo tra le parti. Importante novità è rappresentata poi dalla nuova disciplina sullo scioglimento della comunione dei beni, che sarà possibile oggi dal giorno della separazione, senza più la necessità di attendere una sentenza del giudice.

Dura reazione del mondo cattolico che ha bollato la nuova legge come “l'ennesimo attacco alla famiglia e ai figli, sempre meno tutelati e vittime dell'irresponsabilità”.
© AP Photo / Juan Carlos Llorca

In tutti quei casi che vedessero l'accordo tra le parti senza la presenza di un giudice, attraverso una procedura che coinvolge solo i rispettivi avvocati, si avrà il divorzio facile oltre che breve. La disciplina, già in vigore da alcuni mesi, garantisce oltre alla rapidità della decisione anche un alleggerimento del carico di lavoro dei tribunali, vero obiettivo della legge promossa dal Governo. 

Correlati:

“Buona Scuola”, Renzi rinuncia al decreto legge
Italia, il ddl anticorruzione è legge
Tags:
divorzio, PD, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook