01:10 24 Agosto 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 17°C
    A Napoli l'uomo si è arreso dopo avere  minacciato di farsi esplodere con il gas

    Napoli, spara dal balcone con fucile a pompa: 3 morti

    © AFP 2017/ Marcello Paternostro
    Italia
    URL abbreviato
    0 25104

    L'uomo si è arreso dopo avere minacciato di farsi esplodere con il gas. Tra le vittime anche la moglie che si trovava in casa con lui. Ci sarebbero 6 feriti.

    Incredibile raptus di follia a Napoli, dove nel quartiere di Secondigliano un uomo ha aperto il fuoco dal balcone della propria abitazione uccidendo tre persone e ferendone almeno altre sei, prima di arrendersi alla polizia. Ancora sconosciuti i motivi del gesto. Secondo le prime ricostruzioni, dopo avere usato un fucile a pompa sula folla in strada, l'uomo si sarebbe barricato in casa per oltre 1 ora, circondandosi di bombole del gas e minacciando di farsi esplodere se le forze dell'ordine avessero tentato di intervenire. Dopo gli spari dal balcone, la zona è stata transennata ed è stato vietato l'accesso a giornalisti e curiosi, mentre tiratori scelti venivano piazzati negli edifici adiacenti, sorvolati per tutta la durata del blitz anche da un elicottero della polizia.

    Dopo alcune ore di trattativa l'uomo, Giorgio Murolo, incensurato di 48 anni, si è arreso. A perdere la vita la moglie dell'uomo, con lui dentro l'appartamento e che secondo le primissime ricostruzioni sarebbe stata ferita prima della scena da far west inscenata da Murolo, un carabiniere ed un agente della polizia municipale, vicino di casa della coppia. I feriti sono stati trasportati in diversi ospedali della città per ricevere le cure del caso e non sarebbero in pericolo di vita.

    Correlati:

    Nato trasferisce il quartier generale sud da Napoli in Romania
    Tags:
    morte, sparatoria, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik