Widgets Magazine
08:36 18 Luglio 2019
L'infermiere italiano era rimasto infettato dall'Ebola durante la sua permanenza in un campo Emergency in Sierra Leone.

Ebola, infermiere italiano positivo

© AP Photo / Michael Duff
Italia
URL abbreviato
0 0 0

L'uomo, le cui condizioni sono state definite buone, aveva prestato servizio in un campo di soccorso Emergency in Sierra Leone.

E' arrivato questa notte intorno alle 3 a Pratica di Mare, l'infermiere italiano rimasto infettato dall'Ebola durante la sua permanenza in un campo Emergency in Sierra Leone. Il paziente, proveniente dalla Sardegna, era rientrato dall'Africa lo scorso 8 maggio e, a seguito delle procedure di automonitoraggio previste dal protocollo del Ministero della Salute, aveva riscontrato i primi sintomi.

L'operatore sanitario, residente a Sassari, è stato dunque trasferito all'ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma, dove è presente un Centro specializzato in epidemiologia e dove lo scorso febbraio era stato curato il primo italiano contagiato dal virus, un medico siciliano poi guarito.

Il trasferimento dalla Sardegna a Roma è stato effettuato seguendo i rigorosi standard di biocontenimento con un C-130 dell'Aeronautica Militare italiana e il paziente si trova adesso ricoverato nel centro romano. Le condizioni dell'uomo, che si trova sotto copertura antibiotica ed antipiretica, sono definite complessivamente buone ma si attende comunque il primo bollettino ufficiale dello "Spallanzani".

Nel frattempo le autorità regionali sarde hanno tranquillizzato la popolazione dell'isola, sottolineando come il virus diventi aggressivo e potenzialmente contagioso soltanto alla comparsa di febbre alta, circostanza questa che si è manifestata quando l'infermiere di Emergency si era già autoisolato, non venendo a contatto con altre persone.

 

Correlati:

Ebola, OMS diede allarme con due mesi di ritardo
Tags:
infettato, ebola, italiano, Sierra Leone, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik