08:20 25 Settembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 3°C
    Migranti dopo lo sbarco al porto di Lampedusa.

    Seimila sbarchi in due giorni, Sicilia sull'orlo del collasso

    © REUTERS/ Antonio Parrinello
    Italia
    URL abbreviato
    0 9101

    A due settimane dalla tragedia del Canale di Sicilia, ancora un fine settimana nero per l'immigrazione sulla sponda sud del Mediterraneo: almeno 10 corpi senza vita recuperati dalla Guardia Costiera italiana. Centri di prima accoglienza al collasso.

    Ultime 48 ore di intenso lavoro per i soccorritori nel Canale di Sicilia. Nello scorso weekend infatti sono stati quasi seimila i naufraghi recuperati nel Mediterraneo e fatti sbarcare nei porti meridionali calabresi e siciliani. Nella sola giornata di sabato sono stati 17 gli allarmi lanciati da imbarcazioni cariche di uomini, donne e bambini partiti dalle coste libiche nel lungo ponte del primo maggio.

    Sono 3.700 le persone salvate, mentre nella giornata di domenica i mezzi di soccorso hanno prestato assistenza a otto gommoni e cinque barconi, recuperando complessivamente poco più di 2.100 persone. I corpi senza vita di almeno dieci migranti sono stati recuperati al largo delle coste libiche in queste ultime ore, mentre è dal pattugliatore della Marina italiana Bettica che giunge una buona notizia: nel corso della scorsa notte infatti, è nata una bambina. La piccola e la madre sono in buone condizioni.

    Attese entro la sera di lunedì altre 778 persone, soccorse dalla fregata Bersagliere, che sbarcherà nel porto di Reggio Calabria prima di ricominciare le manovre di ricognizione del Mediterraneo. 

    Correlati:

    Migranti, Renzi: Europa agisca contro moderno schiavismo
    12 cristiani gettati in mare, la guerra santa dei migranti
    Tags:
    emergenza, migranti, Emergenza Umanitaria, immigrazione, Sicilia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik