01:49 21 Settembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca+ 8°C
    Questa sera in piazza Duomo ci sarà il concerto inaugurale di Expo con Andrea Bocelli.

    "Nessuno tocchi Milano": in 20 mila per ripulire la città

    © Fotolia/ frenk58
    Italia
    URL abbreviato
    0 5002

    L'orgoglio dei cittadini milanesi, che ieri sono scesi in strada per manifestare pacificamente contro le violenze di venerdì e per pulire la città dallo scempio provocato dai black-bloc. Alfano annuncia l'arresto differito contro i violenti.

    "Questa è la festa della Milano che unisce, della Milano che reagisce, della Milano che dice di no a ogni violenza". Con questo tweet il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha salutato la manifestazione, nata spontaneamente nelle ore subito successive alle devastazioni di venerdì scorso, che ieri ha fatto riversare nelle strade della città 20mila persone, armate di guanti, spugne e ramazze.

    Obiettivo dichiarato di "Nessuno tocchi Milano", questo il nome che la rete ha dato all'evento, divenuto in queste ore simbolo dell'orgoglio dei milanesi, era quello di mostrare che la città non si piega alla protesta violenta. Dopo un corteo che ha sfilato nelle vie adiacenti alla stazione metro Cadorna, moltissimi tra i partecipanti hanno aiutato gli addetti decoro urbano del Comune di Milano a ripulire muri e vetrine dalle scritte lasciate lo scorso primo maggio.

    Intanto non si placano le polemiche sulla gestione dell'ordine pubblico nella giornata "incriminata", quella dell'inaugurazione Expo di venerdì scorso. Con un'intervista rilasciata oggi al Corriere della Sera, è il ministro degli Interni Angelino Alfano a rompere gli indugi, annunciando alcuni punti del disegno di legge sulla sicurezza urbana, in fase di preparazione a palazzo Chigi. "Quando c'è un alto indice di pericolosità — ha detto Alfano al Corriere della Sera — sarà proibito sfilare nel centro delle città, proprio come già avviene quando si impedisce ai tifosi di andare in trasferta". Parlando poi degli incidenti ed delle accuse rivolte alle forze dell'ordine, ree secondo i più critici di non avere reagito con sufficiente fermezza alle provocazioni dei black-bloc, il titolare del Viminale ha risposto con fermezza, difendendo le decisioni assunte dal capo della polizia, il prefetto Alessandro Pansa.

    "Gli agenti fanno fatto una scelta intelligente — ha spiegato Alfano — perché i manifestanti volevano essere inseguiti in modo che si scoprissero i presidi che impedivano ai manifestanti l'accesso al centro storico della città. Hanno lanciato le molotov per distrarre gli agenti e pianificare attacchi altrove — ha concluso il ministro — invece si è riusciti a impedirlo".

    In questo video da Youtube le immagini e le voci della manifestazione di domenica 3 maggio a Milano:

    Correlati:

    Milano, nuovo blitz polizia contro attivisti No Expo
    L'Expo di Milano apre il "Secolo d'oro" turkmeno
    Italiani, siamo al sicuro come al Tribunale di Milano
    Polemiche sulla sicurezza dopo il dramma di Milano
    Tags:
    Milano
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik