01:48 29 Aprile 2017
    Milano, scontri al corteo dei black-blocks il 1 maggio.

    Le prime pagine italiane del 4 maggio

    © AP Photo/ Riccardo De Luca
    Italia
    URL abbreviato
    0 67 0 0

    La risposta di Milano e dei milanesi alle violenze di venerdì scorso, con 20mila cittadini per le strade a ripulire i quartieri, apre i principali quotidiani italiani in questo primo lunedì di maggio.

    Trovano spazio sulle prime pagine anche le contestazioni a Matteo Renzi alla festa dell'Unità a Bologna e le parole dell'ex premier Enrico Letta, pronto a guidare la fronda dem alla vigilia dell'ultimo voto sulla legge elettorale, previsto per oggi.

    "In ventimila per pulire Milano". Così il Corriere della Sera, che sceglie il senso civico dei milanesi, scesi in strada con guanti e spugne per cancellare "gli sfregi dai muri". In taglio centrale l'immigrazione, con gli sbarchi record dell'ultimo fine settimana: "Decine di barconi: in Sicilia e Calabria record di arrivi".

    Anche La Stampa di Torino sceglie l'orgoglio dei milanesi: "Il corteo dell'orgoglio a Milano" titola il quotidiano torinese, dando notizia della manifestazione spontanea seguita all'intervento dei cittadini del capoluogo lombardo, che hanno sfilato dopo aver "ripulito e riordinato la città". Più sotto ancora politica, con le contestazioni a Bologna e la risposta del premier: Renzi contestato, "Ma non ho paura".

    Le ragioni della protesta bolognese in primo piano su La Repubblica: "Senza ddl scuola 100mila a rischio. Renzi contestato". A centro pagina fotonotizia su Milano con "la marcia dell'orgoglio".

    Anche Il Messaggero sceglie la giornata di ieri di Bologna. "Tensioni sulla scuola, Renzi apre", con l'apertura del premier nel sommario della notizia: pronto a modifiche ma non mi spaventano tre fischi.

    Polemico Il Giornale, che a proposito delle violenze di Milano di venerdì scorso sceglie un titolo molto forte: "Toghe complici dei black bloc". Il riferimento è al rilascio, disposto il giorno prima dell'inaugurazione di Expo dalla magistratura milanese, di alcuni fermati tra appartenenti dei centri sociali, poi protagonisti delle violenze di venerdì.

     

     

    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik