01:39 29 Aprile 2017
    il primo arresto di un foreign fighter, secondo le nuove leggi italiane vigenti in materia di antiterrorismo.

    Terrorismo, arrestato sospetto foreign fighter in Italia

    © AP Photo/ Hatem Moussa
    Italia
    URL abbreviato
    0 12810

    Un tunisino di 27 anni, accusato di legami con milizie ISIS in Siria è stato fermato ieri a Ravenna.

    Louati Noussair, tunisino di 27 anni, è stato arrestato nella notte tra martedì e mercoledì dalla Digos di Ravenna, nell'ambito di un'operazione di contrasto al terrorismo fondamentalista islamico. L'uomo, da tempo sotto la sorveglianza delle forze dell'ordine italiane, è sospettato di essere un foreign fighter, anche se al momento non è stato ancora chiarito se l'arrestato stesse per arruolarsi per la prima volta con le milizie dell'ISIS o se ne avesse già fatto parte in passato. La divisione per le operazioni speciali della polizia della città emiliana, coordinate dal procuratore di Bologna Roberto Alfonso,  aveva messo Noussair nel mirino da un paio di mesi, esattamente da quell'undici febbraio in cui l'uomo si recò alla moschea di viale Jenner a Milano per trovare il modo di arruolarsi "il prima possibile".

    Le indagini partite a quel punto sul passato dell'uomo consentivano agli uomini della Digos di venire a conoscenza di una serie di ripetuti contatti che Noussair aveva intrattenuto in questi mesi tramite Facebook con alcun jihadisti palestinesi presenti a Yarmouk, uno dei quali è stato destinatario di più messaggi che anticipavano il suo imminente arrivo in Siria.  La partenza di Noussair sembrava cosa fatta a fine marzo, con un volo acquistato dall'uomo con destinazione Istanbul. Il giorno della partenza però, il 26 dello stesso mese, su quell'aereo partito da Bologna Noussair non c'era, non avendo ricevuto il passaporto dalle autorità tunisine. L'attività di preparazione per la partenza poi si è nuovamente fatta frenetica in questi ultimi giorni, con gli investigatori che avevano registrato diversi tentativi da parte dell'uomo di raggiungere la Germania come prima tappa per il suo arrivo in Siria, prima dell'epilogo di ieri, che ha visto il primo arresto di un foreign fighter, secondo le nuove leggi italiane vigenti in materia di antiterrorismo. 

    Correlati:

    Sposa di un terrorista: ISIS offre la mano, il cuore e la jihad
    Isis sotto il naso, ma si teme minaccia russa
    Tunisi, ISIS: “E' solo la prima goccia di pioggia”
    Tags:
    arresto, ISIS, Louati Noussair, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik