18:40 24 Luglio 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 23°C
    Il mare non e` sempre sereno Quando e` in burrasca rende le operazioni di ricerca molto complicate

    Naufragio Sparviero: sale a 4 il bilancio delle vittime

    © Sputnik. Vladimir Astapkovich
    Italia
    URL abbreviato
    0 47 0 0

    Mare forza 8 e ricerche diventate proibitive. Non c'è speranza per i due pescatori dispersi da ieri nelle acque del Mar Adriatico.

    Non c'è più speranza di trovare vivi i due pescatori a bordo del peschereccio Sparviero, che ieri mattina è colato a picco nel Mar Adriatico sulle coste marchigiane di Civitanova Marche. Le ricerche andate avanti per tutta la giornata di ieri non hanno sortito effetto ed alla ripresa delle operazioni questa mattina, ancora nessuna buona notizia per le sorti di maroga Costeli, 35 anni e Simion Vasile, 39.

    Il mare in burrasca rende oggi le operazioni di ricerca ancora più complicate e pur non avendo ancora dichiarato ufficialmente deceduti i due uomini, tra i soccorritori ormai è chiaro che non ci sono più speranze di trovarli vivi.

    "Avevamo fatto un carico di 60-80 quintali di cozze quando è arrivata un'onda anomala da levante che ha spostato il carico tutto da un lato e ha fatto rovesciare l'imbarcazione. Il comandante ha fatto in tempo a dare l'allarme ma prima dell'arrivo dei soccorsi siamo rimasti in mare per circa un'ora e mezzo".

    Questa a testimonianza di uno dei superstiti, mentre si attende che le condizioni del comandante del peschereccio, attualmente ricoverato presso l'ospedale di Civitanova Marche, migliorino per sentire la sua versione dei fatti.

    Correlati:

    Il ministero della Difesa russo nega collissione del peschereccio affondato nel Mare di Okhotsk con sottomarino
    Tags:
    pescatori, peschereccio
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik