14:15 11 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 1°C
    Renzi al Summit Asia Europa

    Italia, pronte le nuove norme anti-terrorismo

    © Sputnik. Serghey Guneev
    Italia
    URL abbreviato
    0 12

    La commissione Giustizia della Camera ha approvato ieri il testo della nuova legge, su cui già iniziato l'esame parlamentare. Stretta su intercettazioni e sorveglianza web, arresto in flagranza obbligatorio per gli scafisti.

    Ripreso questa mattina nell'aula di Montecitorio l'esame del disegno di legge, già licenziato dalla Commissione Giustizia della camera dei deputati, sulle nuove norme in materia di contrasto al terrorismo.

    La principale novità, finita nel mirino dell'opposizione e di diversi analisti, è rappresentata dalla possibilità per gli investigatori italiani di accedere da remoto a tablet, smartphone e PC, nell'ambito di operazioni legate al terrorismo, in maniera "preventiva". Nel tentativo di spegnere le polemiche nel corso dei lavori parlamentari, pochi minuti fa il premier Matteo Renzi, secondo fonti del governo, avrebbe chiesto e ottenuto lo stralcio di questo articolo, considerando la materia "delicata e importante" e rinviando questa discussione al successivo disegno di legge di riforma delle intercettazioni telefoniche e ambientali. Già questa mattina, con un intervento del ministro dell'Interno alla trasmissione radiofonica Radio Anch'io, il governo aveva cercato di chiarire i termini della nuova disciplina, prima appunto di rinunciarvi.

    "Visto che ci sono questi scambi informatici tra terroristi — aveva detto Angelino Alfano — occorre aumentare la nostra capacità di intercettare questi flussi, ma i reati ai quali fare riferimento — ribadiva il ministro — restano i soli reati di terrorismo e ad esso connessi".

    Escluse quindi quelle che sono già state definite "intercettazioni preventive", nel decreto in discussione in parlamento restano comunque altre importanti novità, legate all'obbligo per i providers di servizi internet a oscurare su indicazione della magistratura i contenuti ritenuti illeciti e legati al terrorismo.

    Sul fronte delle nuove norme per il contrasto del traffico di esseri umani legato agli sbarchi sulle coste italiane, troviamo l'obbligo di arresto per gli scafisti e per "i promotori, organizzatori e finanziatori" delle traversate, con la possibilità di benefici penitenziari solo nel caso di collaborazione alle indagini.

    Correlati:

    Smantellata cellula ISIS tra l'Italia e l'Albania
    Italia, maxi inchiesta su corruzione
    Tags:
    terrorismo, legge, governo, Matteo Renzi, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik