12:39 22 Luglio 2017
Roma+ 30°C
Mosca+ 19°C
    Le forze di sicurezza tunisine  presso il Museo del Bardo

    Gentiloni: Italia cancellerà 25 milioni di debito di Tunisi

    © AFP 2017/ Fethi Belaid
    Italia
    URL abbreviato
    0 153 0 0

    L'annuncio del ministro nel corso della visita a Tunisi per la cerimonia di riapertura del Museo del Bardo, che sarà nuovamente accessibile al pubblico da domenica prossima.

    "Il presidente Essebsi ci ha chiesto due cose: un impegno economico e la cooperazione nel settore della sicurezza e della lotta al terrorismo". Con queste parole Paolo Gentiloni ha annunciato a Tunisi la cancellazione di parte del debito che il paese  maghrebino ha nei confronti dell'Italia.

    Il ministro degli Esteri ha aggiunto, incontrando la stampa dopo il colloquio con il presidente tunisino Essebsi, che sul piano economico l'Italia si farà promotore, insieme alla Francia, di una serie di iniziative in ambito comunitario per inserire la Tunisia tra i possibili destinatari del piano Juncker. "L'Elmed — ha detto Gentiloni a proposito del collegamento sottomarino che potrebbe unire Sicilia e Tunisia — potrebbe essere uno dei progetti finanziati".

    Sul piano della lotta al terrorismo il responsabile della Farnesina ha convenuto con il presidente Essebsi che il fronte caldo della minaccia sia quello libico, sottolineando come verranno potenziate le collaborazioni ed il supporto che l'Italia offre già oggi al confine tunisino e che un coordinamento sul piano dei servizi di sicurezza è già presente da tempo.

    Nel giorno dell'annuncio da parte del curatore del Bardo sulla riapertura al grande pubblico, prevista per domenica prossima, passi avanti sembrano esserci anche sul fronte delle indagini. Sempre in fuga il terzo uomo, l'attenzione degli inquirenti tunisini è al momento su possibili fiancheggiatori del gruppo di fuoco. Un mandato d'arresto è stato emesso nei confronti dell'agente di polizia incaricato della sorveglianza al varco di accesso al Museo, che la mattina dell'attentato non si trovava materialmente sul posto di lavoro. Al termine di un lungo interrogatorio la polizia di Tunisi ha deciso di trattenere l'uomo, in attesa di ulteriori sviluppi delle indagini.

     

    Correlati:

    Tunisi, ISIS: “E' solo la prima goccia di pioggia”
    Tunisi, Gentiloni: due vittime e due dispersi sono italiani
    Tags:
    atto terroristico, Museo del Bardo, Tunisi, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik