18:26 20 Luglio 2017
Roma+ 28°C
Mosca+ 22°C
    Convocato da papa Francesco sarà il ventinovesimo Giubileo cattolico della storia

    L'annuncio di Papa Francesco: Giubileo nel 2015

    © flickr.com/ Mazur/catholicnews.org.uk
    Italia
    URL abbreviato
    0 18431

    L'inattesa decisione del Pontefice di indire un Anno Santo straordinario dedicato alla misericordia. Roma pronta ad accogliere 25 milioni di pellegrini.

    A due anni dall'inizio del suo pontificato, Papa Francesco annuncia un Giubileo straordinario. L'apertura della porta santa della Basilica Vaticana, prevista per l'otto dicembre di quest'anno, darà il via all'Anno Santo, così come viene definito storicamente il Giubileo. Nel giorno dell'annuncio, durante l'atto penitenziale in piazza San Pietro di venerdì scorso, Francesco ha detto di avere "deciso di indire un Giubileo straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio. Sarà un Anno Santo della misericordia" ha detto il Pontefice, sottolineando come "nessuno può essere escluso dalla misericordia di Dio".

    Storicamente il Giubileo cattolico è una celebrazione, di importanza minore solo rispetto al Concilio, in cui vengono aperte le 4 porte delle Basiliche Vaticane a Roma per consentire ai fedeli di ottenere "l'indulgenza plenaria", ossia la cancellazione totale delle pene per i peccati commessi. Si tiene di norma ogni 25 anni, pur essendo nelle facoltà del Pontefice in carica convocarlo in forma "straordinaria", proprio come fatto in questi giorni da Francesco.

    Dal primo Giubileo del 1300, sotto la reggenza vaticana di Bonifacio VIII, fino a quello voluto da Papa Francesco, numerosi sono stati i mutamenti in termini formali e sostanziali, pur rimanendo invariata la ragione della sua convocazione: il Giubileo rappresenta infatti il momento in cui la Chiesa Cattolica apre, non solo simbolicamente, le porte ai fedeli per consentire loro di riavvicinarsi al percorso di fede ed ottenere il perdono.

    Quello convocato da Bergoglio sarà il ventinovesimo Giubileo cattolico della storia; il quinto che si terrà in forma straordinaria, ossia non legato alla scadenza venticinquennale prevista dal protocollo. L'ultimo evento giubilare è risalente al 2000, quando l'allora Pontefice Giovanni Paolo II aprì le porte vaticane a 25 milioni di fedeli provenienti da tutto il mondo.

    Correlati:

    Le prime pagine italiane del 16 marzo
    Tags:
    Vaticano, Giubileo, Papa Giovanni Paolo II, Papa Francesco
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik