12:35 22 Luglio 2017
Roma+ 30°C
Mosca+ 19°C
    Il militante jihadista dello Stato Islamico

    ISIS: Vogliamo Parigi prima di Roma

    © AP Photo/
    Italia
    URL abbreviato
    0 52411

    Nuovo messaggio audio, attribuito da Site al portavoce Al Adnani, con minacce alle capitali occidentali. Nel mirino Tour Eiffel, Big Ben e Casa Bianca.

    In un audiomessaggio diffuso da Site, agenzia specializzata nel monitoraggio dei siti jihadisti, torna a farsi sentire il portavoce dell'ISIS Abu Muhammad Al Adnani. Nel messaggio la voce registrata loda le gesta di Boko Haram in Africa, annunciando di avere accettato il loro "pegno di fedeltà". In attesa di conferme ufficiali, gli analisti ritengono comunque che la dichiarazione su una presunta alleanza tra gruppi fondamentalisti rappresenta un salto di qualità nella propaganda del califfato.

    Come riferito dalla direttrice del Site, Rita Katz, l'uomo identificato come Al Adnani annuncia che il califfato è interessato a conquistare Roma, ma solo dopo aver preso il controllo di Parigi, proseguendo in quella retorica per cui Roma ed il vaticano rappresenterebbero l'obiettivo finale contro quelli che vengono definiti "crociati".

    Nel messaggio, in cui vengono passati in rassegna i luoghi simbolo che saranno obiettivo degli attacchi jihadisti, Al Adnani afferma che "se l'Occidente e gli Stati Uniti vogliono le roccaforti dell'Isis, l'Isis vuole Parigi, Roma e l'Andalusia, dopo aver fatto esplodere la Casa Bianca, il Big Ben e la Torre Eiffel".

    Sul fronte dei combattimenti sul campo, nel terzo giorno dell'offensiva per la riconquista di Tikrit, l'ISIS reagisce alla stretta dell'esercito iracheno ed elle milizie sciite facendo 6 morti in un attentato suicida nella zona ovest della città.

    Correlati:

    ISIS, primo manifesto di propaganda in italiano
    Estremisti ISIS distruggono preziose opere d’arte
    Tags:
    atto terroristico, attacco, ISIS, Unione Europea, Roma, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik