02:35 27 Luglio 2017
Roma+ 22°C
Mosca+ 22°C
    giornali

    Le prime pagine italiane del 13 marzo

    © Fotolia/ Pio Si
    Italia
    URL abbreviato
    0 54 0 0

    La riforma della scuola italiana fa da apertura nelle edizioni di quasi tutti i principali quotidiani italiani per 13 marzo. Trovano spazio in prima pagina anche l'arresto dell'ex terrorista Cesare Battisti in Brasile e le reazioni alla sentenza del caso Ruby.

    "Ecco la nuova scuola di Renzi" è la scelta de La Stampa, che illustra nel sommario della notizia i principali punti della riforma presentata ieri in Consiglio dei Ministri.

    Focus sulla scuola anche per il Corriere della Sera, che mette nel titolo uno degli aspetti più discussi della legge: "Scuola, più poteri ai presidi" è il titolo. A centro pagina un reportage dalla Siria, dove da 4 anni imperversa la guerra civile che ha causato oltre 200mila vittime: "La Siria ed i suoi 4 anni di paura, profughi, buio: il dovere di non dimenticare".

    Ancora la scuola italiana in un'apertura, questa volta è il turno de La Repubblica: "Prof scelti dai presidi e soldi a chi li merita". A condividere il titolo principale, come spesso accade sul quotidiano fondato da Eugenio Scalfari, troviamo le elezioni in Israele, dove il voto è previsto per martedì prossimo: "I fantasmi di USA e Iran sulla corsa di Netanyahu" è il titolo dell'editoriale a firma Bernardo Valli.

    Per il cattolico Avvenire la riforma presentata ieri non basta ed il titolo è "Cantiere scuola, rivoluzione a metà".

    Sentenza Ruby, ma con un taglio decisamente polemico, su Il Fatto Quotidiano che titola "Aveva ragione la Bocassini", a proposito della sentenza di conferma dell'assoluzione, ma puntando il dito contro il contenuto delle motivazioni, secondo cui sarebbe dimostrato il reato di prostituzione minorile e l'abuso di potere.

    Correlati:

    Caso Battisti, Italia chiederà estradizione
    Crisi libica. L’Italia si faccia promotrice di operazione di de-escalation
    Tags:
    giornali, Stampa, Corriere della Sera, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik