16:22 27 Luglio 2017
Roma+ 27°C
Mosca+ 29°C
    Silvio Berlusconi in una caricatura

    Salvini sul processo Ruby: "Tragicommedia all'italiana"

    RIA NOVOSTI
    Italia
    URL abbreviato
    0 27361

    Il leader della Lega Matteo Salvini commenta l'assoluzione di Silvio Berlusconi, definendola una "tragicommedia" all'italiana.

    Silvio Berlusconi ieri è arrivato a Palazzo Grazioli a Roma, accolto con gli applausi dei parlamentari di Forza Italia.

    Assolto in cassazione sul Rubygate, dopo la condanna a 7 anni in primo grado per concussione e prostituzione minorile e sucessivamente al processo d'appello che aveva sentenziato la mancanza di prova che l'allora presidente del Consiglio fosse a conoscenza della minore età di Ruby, pur acquisendo agli atti "prova certa dell'esercizio di attività prostitutiva ad Arcore in occasione delle serate in cui partecipò Karima El Mahroug", ora attende la sentenza in Cassazione del processo ‘Ruby bis', basato sulle stesse intercettazioni e atti di indagine, contro Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti, accusati di aver procurato le ragazze per i festini.

    I tre sono stati condannati in primo grado e in appello per induzione e favoreggiamento della prostituzione. Se la sentenza sarà confermata in Cassazione, saranno obbligati a pagare le spese processuali, comprensive dei costi d'indagine.

    Proprio in queste settimane in Italia si sta procedendo a cambiare la normativa che regola la disciplina  della responsabilità dei magistrati.

    Matteo Salvini, intervistato da Sputnik Italia, sulla vicenda che tanto clamore ha avuto in Italia e i cui effetti hanno mutato il clima politico, dichiara:

    Matteo Salvini
    © AP Photo/ Luca Bruno
    Matteo Salvini

    "La sentenza Ruby? Giusto finale di una tragicommedia all'italiana. Ci sarebbe da ridere, se non fosse che tutti questi anni di indagini sono stati finanziati con le tasche degli italiani: come Lega Nord presenteremo presto a Camera e Senato interrogazioni su quanto è costata quest'istruttoria che ha riempito fascicoli su fascicoli di intercettazioni ed è finita nel nulla. Le scuse non vanno rivolte al solo Berlusconi, quanto piuttosto a tutti i cittadini italiani".

    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik