14:38 20 Luglio 2017
Roma+ 28°C
Mosca+ 21°C
    “C'è una possibilità di formare un governo di unità nazionale”.dichiara Bernardino Leon, inviato ONU in Libia

    Libia, Haftar a Renzi: rimuovere l'embargo

    © REUTERS/ Esam Omran Al-Fetori
    Italia
    URL abbreviato
    0 19703

    La richiesta del comandante delle forze armate libiche al premier italiano. Stop da parte dell'ONU.

    In un'intervista rilasciata all'agenzia di stampa italiana ANSA, il generale Khalifa Haftar torna a chiedere armi per combattere l'ISIS in Libia. Haftar, attualmente comandante delle forze armate regolari libiche del governo legittimo di Tobruck, ha affermato come l'aiuto da parte di altri paesi possa essere decisivo per respingere l'offensiva degli estremisti del califfato islamico. Poi, rivolgendosi direttamente alle autorità italiane, Haftar ha fatto appello al premier italiano per "convincere la comunità internazionale a rimuovere l'embargo sulle armi e di aiutarci a combattere per una Libia libera dagli estremisti. E' decisivo anche per l'Italia — ha sottolineato Haftar — se dovesse vincere l'ISIS sarebbe a rischio la vostra sicurezza". 

    Nei giorni del difficile negoziato sotto l'egida ONU, in corso di svolgimento tra Marocco e Algeria, tra la fazione governativa di Tobruck e le milizie islamiche che hanno preso il controllo di Tripoli, le parole di Haftar non sembrano lasciare spazio alla prospettiva di un suo esito positivo.

    "L'Onu e l'Europa — ha detto il generale all'ANSA — non ci possono obbligare a sederci al tavolo con terroristi ed estremisti". Ricordando che il governo legittimo è stato eletto democraticamente, Haftar ha ribadito che "formare un governo di unità come proposto dai mediatori equivarrebbe a rendere vano ogni tentativo di mantenere la Libia un paese democratico".

    Intanto è di ieri l'ennesimo stop imposto dalle Nazioni Unite alla richiesta formalizzata da Tobruck la scorsa settimana proprio sulla rimozione dell'embargo sulle armi. Otto paesi, tra cui fonti del palazzo di vetro riportano Stati Uniti e Gran Bretagna, hanno bloccato la richiesta di importare aerei, carri armati e armamenti per fronteggiare l'ISIS.  

    Tags:
    Guerra, Unione Europea, ONU, Italia, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik