19:56 13 Agosto 2020
Interviste
URL abbreviato
Di
5404
Seguici su

Record di sbarchi in queste ore, diversi porti siciliani al collasso e nelle stesse ore il governo italiano manda a processo l’ex ministro Matteo Salvini per aver difeso i confini. All’epoca la politica dei porti chiusi era condivisa anche dal ministro delle Infrastrutture e dal premier, ma oggi tutti se ne lavano le mani è la colpa è di Salvini.

Il Senato dà l’autorizzazione a procedere alla magistratura e manda a processo l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso Open Arms con l’accusa di sequestro di persona. Nel frattempo aumentano vertiginosamente nei porti siciliani gli sbarchi di clandestini, fra cui anche immigrati positivi al Covid.

Il processo a Salvini è un attacco politico? Che cosa rischia l’ex ministro dell’Interno? Sputnik Italia ha raggiunto per un’intervista in merito Augusto Sinagra, professore di diritto internazionale all’Università Sapienza di Roma, che dal 1965 al 1980 è stato magistrato ordinario.

— Professore Sinagra, non crede che quello contro Salvini sia un processo più che altro politico?

— Non è una mia opinione, è una realtà evidente sotto gli occhi di tutti: è soltanto un attacco politico all’ex ministro Salvini. Lo si capisce chiaramente perché nessuna persona di buon senso può credere veramente all’ipotesi di reato di sequestro di persona.

Non è una storia nuova. Quando in Italia la sinistra non riesce a vincere le elezioni, e sono oramai 10 anni che le perde, allora usa il braccio secolare della magistratura. Una magistratura in larga parte purtroppo politicizzata, corrotta e inaffidabile. Questo glielo dice uno come me che ha fatto il giudice per quindici anni.

— Perché viene chiamato a rispondere soltanto Salvini per i fatti della nave Open Arms e non l’intero governo?

— Non dico l’intero governo, ma certamente dovrebbe risponderne comunque anche il capo del governo, il ministro delle Infrastrutture e il ministro della Difesa. Questo fa capire in quale situazione di crisi profonda si trova la Repubblica Italiana, dove si sono persi i riferimenti di natura legale e di natura morale. La politica è anche morale, amministrare la cosa pubblica richiede un forte senso morale.

Siamo nelle mani oggi di un Parlamento che non corrisponde più alla volontà popolare, perché il 32% degli inqualificabili 5 stelle al seguito di un comico genovese che avevano nel 2018 oggi è stimato non oltre il 14-12%. Mentre la Lega, che nel 2018 aveva circa il 17%, oggi è stimata al 26-27%. Fratelli d’Italia è data al di sopra del Pd.

— L’ex ministro dell’Interno rischia realmente la galera e l’ineleggibilità?

— Io amo la mia patria e sono molto triste nel dire certe cose, ma qui si tratterà di vedere quale sarà la valutazione di convenienza fra il Pd e quella parte della magistratura corrotta e politicizzata. Cioè se conviene una condanna di Salvini o se non conviene addirittura un’assoluzione di Salvini. Questo attacco strumentale e volgare nei confronti del senatore Salvini nasce nella prospettiva oscura di quei messaggi trovati nelle chat di Luca Palamara quando si scambiava messaggi con l’attuale procuratore capo della Repubblica di Viterbo, dove quest’ultimo chiedeva il da farsi vista l’innocenza di Salvini. Palamara rispose che era d’accordo, ma che bisogna attaccarlo e anche subito.

Se la magistratura in Italia si vuole sputtanare ancora più di quanto si sia già sputtanata basta solo la condanna di Matteo Salvini. Loro comunque non hanno capito che comunque vada a finire faranno aumentare i voti della Lega.

I punti di vista e le opinioni espressi nell'articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

Tags:
Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook