10:46 09 Agosto 2020
Interviste
URL abbreviato
Di
12349
Seguici su

L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”.

L’obiettivo dell’Italexit

– “traghettare fuori dall’Unione europea e dalla moneta unica” - è ben espresso nel manifesto fondativo della nuova forza politica.

“Come primo segnale occorre uscire dall’Unione, sono convinto che il processo dell’Ue andrà a consunzione. Non hanno mai considerato la possibile ribellione del popolo. Noi crediamo fermamente nell’uscita dall’eurozona. La scommessa che gioco è politica, l’Europa invece non vuole ragionare politicamente ma tira fuori meccanismi di tipo finanziario”, ha spiegato il senatore.

Perché l’Italexit è diverso dagli altri movimenti sovranisti?

“In Italia manca un partito con una posizione chiara e netta che chieda l'uscita dell'Italia dall'Unione europea. Tutti pensano di restare dentro l’Europa e correggerla. Io penso che questa missione sia inutile e impossibile perché la maionese impazzita non si raddrizza. Noi invece vogliamo fare un'offerta politica diversa, anche radicale, è un modo di far esprimere gli italiani su questo progetto su cui finora nessuno si è mai potuto esprimere”, ha spiegato Gianluigi Paragone.

Quanto vale l’Italexit?:

Secondo i sondaggi dell'istituto Piepoli, siamo già al 5 per cento e per essere una forza che deve ancora radicarsi è ottimo passo di partenza e punto di inizio. La strada è lunga e da qui l'Europa sarà la mia migliore alleata nella campagna elettorale perché i provvedimenti presi danneggiano gli italiani”, ha affermato Paragone, sottolineando che “nel momento in cui l’Italexit diventasse la prima forza politica, non potrà che non cominciare una dialettica con l’Europa, e l’Ue a sua volta non potrà di non prendere nella considerazione che nell’interno dell’Unione vi stanno i partiti che stanno diventando principali forze spinte da un processo democratico che parte dal basso”.

Paragone è Nigel Farage italiano?

“Abbiamo una condivisione con Farage per il progetto politico che lui ha realizzato e per il quale ha già guadagnato la sua la medaglia d’oro. E io adesso voglio gareggiare”, ha risposto il fondatore dell’Italexit.

Durante la conferenza stampa il senatore Paragone si è espresso su alcuni temi di estrema attualità che riguardano l'economia e la società italiana.

La crisi economica e il Recovery Fund:

Secondo Gianluigi Paragone, la crisi è già iniziata, ma le risposte sono sbagliate, perché i soldi non vanno all'economia reale.

“Molti non si rendono conto di cosa significhi il -12% del Pil. Significa vedere un paese che sanguina e che in molti casi può sanguinare mortalmente. Il gioco dell'Ue è ingannevole, si entra nella spirale del debito senza nemmeno accorgersene. Il Recovery non è una soluzione, è un pezzettino di qualcosa che porterà i soldi, ma i soldi servono qui e adesso per far ripartire il Paese che era già stressato psicologicamente dal Covid e adesso a quello stress si è aggiunto un’altro di tipo finanziario", sostiene il politico.

L’Ue e i flussi migratori:

“L’Unione Europea ha creato una gabbia dall'alto con la finanza e dal basso con i flussi migratori. L'Europa non ha voluto affrontare la situazione, ci danno un po’ di soldi come mancia e ci dicono: “gestite il problema da soli”. È una visione stupida e miope! Ti danno i soldi per gestire i campi ma il vero problema dell'immigrazione non è la questione della prima accoglienza ma dell’integrazione”.
  • L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    © Foto : Niva Mirakyan
  • L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    © Foto : Niva Mirakyan
  • L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    © Foto : Niva Mirakyan
  • L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    © Foto : Niva Mirakyan
  • L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”.
    L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    © Foto : Niva Mirakyan
  • L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”.
    L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”
    © Foto : Niva Mirakyan
1 / 6
© Foto : Niva Mirakyan
L’ex grillino, senatore Gianluigi Paragone lancia e presenta a Roma il suo partito apertamente contrario all’Unione Europea - “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”

Inutile che mi dai quattro spicci per affrontare la gestione della prima accoglienza. Così io prendo tutte queste persone, che l'Europa non è in grado di gestire, e le metto sul confine con l’Austria e dico: “andate dove volete voi”, e vediamo se poi questo problema sarà solo dell'Italia e dei Paesi del Mediterraneo”, ha ribadito il senatore Paragone.

Sorpresa inaspettata:

Nel corso della conferenza stampa Paragone ha anche annunciato che Monica Lozzi, presidente del VII Municipio di Roma, ha lasciato il Movimento 5 Stelle e sarà la candidata di “No Europa per l'Italia – Italexit con Paragone” alla poltrona di primo cittadino nella Capitale.

“Noi veniamo dallo stesso percorso, anche se io sono stata nel Movimento dieci anni. Il M5s ha sempre parlato in maniera critica dell’Europa. Il discorso dell’Europa ha delle ricadute importanti nei nostri territori. E noi lo vediamo: dopo il Covid c'è stato un aumento del 30% di chi viene a chiedere aiuti economici al territorio. Nel Movimento non ho trovato questa voglia di confronto”, ha spiegato Lozzi.

I punti di vista e le opinioni espressi nell'articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook