10:56 05 Agosto 2020
Interviste
URL abbreviato
Di
4338
Seguici su

Gianluigi Paragone ha fondato un nuovo partito che si chiama “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone” che “vuole liberare l’Italia dall’Unione europea e dalla moneta unica”.

Il giornalista e senatore ha ufficialmente presentato la nuova forza politica durante una conferenza stampa alla Camera dei deputati. Rispondendo alla domanda di Sputnik Italia, Paragone ha toccato il tema di estrema attualità che riguarda la politica europea sull'immigrazione di massa.

“L’Unione Europea ha creato una gabbia dall'alto con la finanza e dal basso con i flussi migratori. I flussi migratori sono funzionali ai disegni neoliberisti. In un momento in cui i diritti si rivendicano con grande fatica, c’è la disponibilità di manodopera fantasma, precaria, pronta essere sfruttata. E qui c'è la responsabilità di un'Europa che ancora una volta non ha saputo usare tutti i mezzi di cui la tecnologia dispone e che permettono di monitorare qualsiasi passaggio. Se non sai fermare oggi con la disponibilità di tecnologia i flussi migratori, vuol dire che non li vuoi fermare. Vuol dire che a te sta bene creare in Europa, attraverso le porte del Mediterraneo, una situazione di preoccupazione e di continuo allarme sociale”, ha detto Paragone.

“L’Ue non ha voluto affrontare la situazione, ci danno un po’ di soldi come mancia e ci dicono: “gestite il problema da soli”. È una visione stupida e miope! Ti danno i soldi per gestire i campi ma il vero problema dell'immigrazione non è la questione della prima accoglienza ma dell’integrazione”, ha aggiunto.

“Inutile che mi dai quattro spicci per affrontare la gestione della prima accoglienza. Così io prendo tutte queste persone, che l'Europa non è in grado di gestire, e le metto sul confine con l’Austria e dico: “andate dove volete voi”, e vediamo se poi questo problema sarà solo dell'Italia e dei Paesi del Mediterraneo”, ha ribadito il senatore Paragone.

I punti di vista e le opinioni espressi nell'articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook