16:32 28 Marzo 2020
Interviste
URL abbreviato
Di
1211
Seguici su

In Turchia sono stati arrestati tre giornalisti di Sputnik, fra cui il caporedattore della redazione turca Mahir Boztepe. In seguito alle perquisizioni e alle deposizioni alla procura i giornalisti sono stati rilasciati. La vicenda dimostra il clima pericoloso in cui vivono i giornalisti e l’informazione in Turchia.

Tre membri della redazione turca di Sputnik sono stati attaccati da un gruppo di persone che ha tentato di irrompere nei loro appartamenti ad Ankara. Successivamente i dipendenti di Sputnik Turchia, fra cui il caporedattore Mahir Boztepe sono stati fermati dalla polizia e interrogati dalla procura. Infine i tre giornalisti dell’edizione turca sono stati rimessi in libertà dopo le deposizioni.

In che stato si trova la libertà di informazione in Turchia oggi? Sputnik Italia ha raggiunto per un commento sulla grave vicenda Raffaele Lorusso, segretario generale di Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI):

"È un caso che non mi sorprende, perché purtroppo le azioni contro i giornalisti e contro chi fa informazione in Turchia sono all’ordine del giorno. Non succede da oggi, da tempo il governo del presidente Erdogan cerca di limitare la circolazione di notizie e di colpire la libera informazione.

Non è un caso che in Turchia siano tanti, più di 200, i giornalisti rinchiusi nelle carceri o che comunque subiscono azioni vessatorie. È un problema del quale secondo il nostro punto di vista deve occuparsi anche l’Unione Europea, perché non è accettabile consentire alla Turchia di mettere in ginocchio il sistema dell’informazione e di trasformarsi sempre di più in un regime illiberale. Non si può assolutamente restare indifferenti, non è più soltanto un affare turco, ma deve diventare un affare della comunità internazionale".

I punti di vista e le opinioni espressi nell'articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook