19:22 21 Settembre 2020
Interviste
URL abbreviato
Di
0 30
Seguici su

Alle manifestazioni MICAM, MIPEL e HOMI (tutte nel polo di Rho Fiera, a Milano) è stato registrato il pienone.

Malgrado il panico per il coronavirus, a causa del quale sono state cancellate alcune manifestazioni fieristiche (ad esempio Il Mobile World Congress, la più importante fiera della telefonia mobile in programma a fine febbraio a Barcellona), i visitatori qui non mancano. Non si vedono in effetti produttori cinesi, ma per il resto i numeri ci sono: alla MICAM sono presenti 1205 espositori, di cui 628 italiani e 577 stranieri. E così l'appartamento si conferma come la maggior fiera del settore calzature.

Quest'anno MICAM pone particolare attenzione ai contenuti di innovazione, tendenze e sostenibilità. Ci sono infatti le sfilate, persino una, “Elements of Sustainability”, realizzata in collaborazione con Piattaforma Formativa Sistema Moda, che presenta i progetti degli studenti di 15 scuole sostenibili. Ci sono poi diversi stand con produttori che si concentrano appunto sulla sostenibilità, come BioNatura Shoes, che propone comodissimi prodotti in feltro con applicazioni di gattini.

Luigi Di Maio con Siro Badon, presidente MICAM
© Sputnik . Evgeny Utkin
Luigi Di Maio con Siro Badon, presidente MICAM

Ci sono quindi gli spazi dedicati a 12 giovani stilisti, gli Emerging Designers, con la sfilata dedicata a loro, e c’è lo spazio Italian Footwear Start Up, a cura di ICE e Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. E, ovviamente, c’è il ministro Luigi Di Maio, che ha visitato la fiera nel primo giorno di apertura, il 16 febbraio. In quest'occasione Di Maio ha dichiarato: “Essere a MICAM per me significa ancora una volta comunicare che siamo pronti all'ascolto, per mettere in atto tutte le misure che servono e consentire ai nostri mercati di essere fiorenti. Ho notato che ci sono alcune start up di giovani. In bocca al lupo a tutte le generazioni di imprenditori.”

  • Show MICAM in Wonderland
    Show MICAM in Wonderland
    © Foto : Evgeny Utkin
  • Show MICAM in Wonderland
    Show MICAM in Wonderland
    © Foto : Evgeny Utkin
  • Show MICAM in Wonderland
    Show MICAM in Wonderland
    © Foto : Evgeny Utkin
1 / 3
© Foto : Evgeny Utkin
Show MICAM in Wonderland

Nelle stesse date di MICAM (e con lo stesso pass) si può inoltre visitare anche MIPEL, il salone più grande del mondo dedicato alla pelletteria. Anche qui tanta innovazione, nuovo design e nomi emergenti tra tanti big affermati. Ad esempio, il più leggero ombrello al mondo di Doppler, che pesa solo 99 grammi (si tratta del modello meccanico, mentre la versione automatica pesa 160 grammi), o il design moderno di zaini business SALZEN.

Ma non è tutto rose e fiori. Il Centro Studi Confindustria Moda per Assocalzaturifici ha rilasciato il report che caratterizza il comparto calzaturiero italiano nel 2019.

“Il record delle esportazioni, che hanno superato i dieci miliardi di euro a valore grazie al traino delle griffe del lusso viene smorzato da elementi poco rassicuranti" – ha spiegato Siro Badon, Presidente di Assocalzaturifici e Presidente di MICAM – "Le flessioni in volume di export e produzione equivalgono di fatto ad un calo della manodopera, in uno scenario che vede il mercato interno in piena fase recessiva. A questo si aggiungono le forti incertezze per il 2020, con le conseguenze ancora tutte da valutare sull'economia mondiale dell’emergenza coronavirus, esplosa in una delle poche aree caratterizzate nell'ultimo decennio da crescite costanti per il nostro settore”.

Comunque, il settore è assolutamente importante per l'economia italiana, con 75.000 addetti e con un attivo del saldo che sfiora i 5 miliardi di euro, e una produzione pari a 8 miliardi.

Siro Badon ha quindi rilasciato un’intervista esclusiva a Sputnik Italia:

– Presidente Badon, passando, ho visto che le pareti del Vip lounge sono decorate di Matrioshke e di fiori in stile russo Zhostovo. Perché?

– Questo anno la Vip lounge è stata dedicata alla Russia, mentre la scorsa volta era dedicata alla Cina. Magari la prossima manifestazione cambieremo Stato.

– Quanto conta per voi la Russia?

– La Russia è un mercato molto importante che purtroppo è stato danneggiato dalle sanzioni politiche. Con le sanzioni la Russia ha cominciato a non comprare più le scarpe italiane, o per essere precisi, comprano molto meno. Dal 2013 ad oggi abbiamo perso il 50% delle esportazioni in Russia.

– Ma adesso state lentamente recuperando?

– No, i dati del 2019 danno un altro 15% in meno.

– E invece, il coronavirus che danno vi può provocare?

– In questo caso aspettiamo gli eventi, sicuramente creerà problemi, ma per dire quanti e fornire dettagli è ancora presto.

– Ma i cinesi non sono venuti ad esporre, e non li vedo neanche tra i visitatori.

– Ce l’aspettavamo. Ma non saprei ancora dire i numeri precisi. Alla fine di manifestazioni avremo tutti i dati di affluenza e di provenienza.

I punti di vista e le opinioni espressi nell'articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook