20:25 07 Dicembre 2019
Beppe Grillo

10 anni del M5S: dalle piazze ai palazzi del potere

© AFP 2019 / GIUSEPPE CACACE
Interviste
URL abbreviato
Di
7311
Seguici su

In questi giorni il famoso progetto politico, il Movimento 5 Stelle, nato dall'intuizione di Beppe Grillo e cresciuto grazie all'appoggio dell'imprenditore del web Gianroberto Casaleggio, celebra i suoi primi 10 anni.

"Il M5S è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Non ideologie di sinistra o di destra, ma idee", questa la descrizione, che si trova sul sito del Movimento5stelle.it che nelle elezioni del 2013 ha scompaginato gli schemi della politica italiana, dominata negli ultimi venti anni dai partiti tradizionali con uno dei quali il M5S paradossalmente adesso fa parte dello stesso esecutivo.

Come sono andati i #10anniInMovimento: dai meetup alla formazione del Governo Conte? Il M5S è riuscito a mantenere la sua identità? Quale ambizione i 5 Stelle hanno per il futuro? Per parlarne Sputnik Italia ha raggiunto l’attivista del M5S Giorgio Onorati che fedelmente sostiene questa forza politica sin dalla sua nascita.  

– Giorgio, perché appoggi il Movimento per tutti questi anni?

– Il motivo iniziale, penso, per tutti era lo stesso - la voglia di cambiamento e la lotta contro la “casta”…

– Vorrei citare uno studio che parla praticamente della stessa cosa. Demopoli ha analizzato per la trasmissione Otto e Mezzo le ragioni di chi, in questi 10 anni, ha scelto – anche se per una sola volta - di dare il proprio voto ai 5 Stelle. Per il 75% ha inciso la voglia di cambiamento nella politica italiana, per il 72% l’impegno contro la corruzione. E a Suo avviso, quale è il segreto di successo del fenomeno Movimento 5 Stelle? Come siete riusciti ad arrivare in così poco tempo dai meetup alla politica, dall’opposizione al governo?

– Secondo me, Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio sono stati i due geni in assoluto, dei quali oggi purtroppo si sente tantissimo la mancanza.

Gianroberto Casaleggio
Gianroberto Casaleggio

Per quanto invece riguardano le cifre, secondo me, sono corrette e parlano della voglia di cambiamento che però è un po’ svanita nel Movimento.

– Il fondatore del M5S Beppe Grillo, truccato da Joker, ha sottolineato durante la festa di Napoli: “è inutile pensare che abbiamo la stessa identità di dieci anni fa, non è così, siamo diversi, diversi dentro”. Come dobbiamo leggere queste sue parole? Grillo ti è sembrato preoccupato per la trasformazione che sta vivendo il suo progetto?

– Secondo me, è una semplice constatazione dei fatti reali. Il M5S è effettivamente diverso. Però purtroppo questo cambiamento, di cui parla Beppe Grillo, ha portato ad una perdita d’identità del Movimento. All’inizio il M5S aveva degli obbiettivi chiari e adesso si trova in una fase di cambiamento. Spero che fra un po’ il Movimento avrà un’identità più delineata e più chiara…

– Cos’e rimasto dal vecchio M5S?

– Secondo me, al momento è rimasto solo Grillo. Lui è l’unico punto fermo. Perché la lotta contro la casta si è ridotta agli slogan e alle piccole iniziative. Tutto quello che è stato promesso adesso è stato un po’ perso. 

– A tuo avviso, a che cosa è dovuta questa perdita d’identità? Quali fattori hanno inciso?

– In parte, secondo me, è dovuto al fatto che i rappresentati del M5S eletti nelle istituzioni politiche, adesso non scendono quasi mai nelle piazze e stanno nei palazzi del potere, lontano dalla gente comune. In parte, è dovuto a quello che succede quasi sempre, quando c’è la voglia di cambiamento: un conto dire le cose, un altro - farle. Chiaramente ci sono anche delle difficoltà oggettive, alcune promesse non possano essere mantenute e questo non sempre dipende dal Movimento. Però è anche vero che il palazzo comunque ha ammorbidito alcuni elementi.

– In vista della grande manifestazione del 19 ottobre, l’ex premier Berlusconi, parlando del governo composto dai “comunisti” ha detto che i 5 Stelle sono peggio di tutti. Come commenterebbe questa battuta del leader di FI? Condivide la sua visione?

Commentare Berlusconi, a mio avviso, è una perdita di tempo. Però, questa volta la considerazione del Cav sul comunismo deve essere presa in considerazione. Devo dire che io stesso sono davvero molto preoccupato sia per lo spostamento del Movimento verso sinistra, che per la creazione del governo con la sinistra. Non era questa l’identità del M5S.

– Dopo un anno di alleanza con la Lega, il governo prosegue la legislatura con il Partito democratico. Pensa che la partnership con il PD sarà più solida? L’alleanza con i dem è step evolutivo, come sostiene Grippo?

– Anche questo è un dato oggettivo. Il Movimento è partito con lo slogan “non facciamo alleanze con nessuno” e adesso abbiamo il governo con il PD.

Nonostante tutte le mie preoccupazioni riguardo lo spostamento del M5S verso sinistra, penso comunque che questo esecutivo arriverà alla fine della legislatura.

– Comunque, per sopravvivere in politica e passare da una legislatura all’altra, bisogna avere una strategia ben chiara. Un progetto politico di successo deve essere coerente, deve avere una visione del futuro e deve potersi rinnovare costantemente. Quali iniziative di 5 Stelle devono aspettare i cittadini nel futuro prossimo? Le proposte avanzate dagli attivisti verranno presi in considerazione, visto nel caso del M5S sì fa quasi sempre riferimento alla democrazia diretta?

– Il successo del Movimento nasceva proprio dalla coerenza di Grillo come personaggio e dalla coerenza del M5S stesso che quello che diceva faceva. Era sostanzialmente questa la forza del Movimento e ma adesso tutto, come abbiamo già detto, è un po’cambiato…

Secondo me, il Movimento deve fare un passo indietro e riproporre alcuni vecchi principi, come la lotta contro la corruzione e contro la casta perché sono il vero cancro che divora l’Italia.

I punti di vista e le opinioni espressi nell'articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

Tags:
Italia, Gianroberto Casaleggio, Beppe Grillo, Movimento 5 Stelle, M5S
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik