22:56 15 Gennaio 2021
  • L'ammasso stellare Caldwell 87. Le osservazioni hanno aiutato gli astronomi ad intercettare i movimenti delle stelle dell'ammasso e a comprendere meglio le abbondanze chimiche delle stelle.
  • La nebulosa a riflessione Caldwell 68 (NGC 6729) a 400 anni luce nella costellazione della Corona Australe.
  • La galassia a spirale barrata Caldwell 83 (NGC 4945) a 12 milioni di anni luce nella costellazione del Centauro.
  • La galassia ellittica NGC 4697, nella costellazione della Vergine. Il nucleo della galassia può essere individuato con un piccolo telescopio in un cielo suburbano. Da una posizione più scura la galassia sembra una piuma allungata.
  • L’ammasso stellare aperto Caldwell 82 (NGC 6193) si trova a 3.700 anni luce nella costellazione Ara.
  • NGC 3626 (nota anche come C 40), galassia a spirale (S0-a) della costellazione del Leone.
  • Caldwell 14 è un doppio ammasso aperto (NGC 869 e NGC 884) a 7.500 anni luce di distanza a metà strada tra Perseo e Cassiopea.
  • L’ammasso globulare Caldwell 66 (NGC 5694) è uno dei più vecchi e remoti della Via Lattea a 100 mila anni luce nella costellazione dell’Idra.
  • C29 (NGC 5005) è una galassia a spirale nella costellazione dei Cani da Caccia. Al centro della galassia alberga un buco nero supergigante.
  • La galassia NGC 5248 nella costellazione di Boote. Caldwell 45, o NGC 5248, è una galassia a spirale situata nella costellazione di Boote, è caratterizzata da una struttura ad anello attorno al suo nucleo, in cui si verificano fenomeni di intensa formazione stellare.
L'ammasso stellare Caldwell 87. Le osservazioni hanno aiutato gli astronomi ad intercettare i movimenti delle stelle dell'ammasso e a comprendere meglio le abbondanze chimiche delle stelle.

Sputnik Italia vi invita ad apprezzare le foto, fatte con il telescopio spaziale Hubble, delle galassie lontane che si trovano nelle diverse costellazioni distanti migliaia di anni luce dalla Terra.

In occasione del 30° anniversario del telescopio spaziale Hubble la NASA ha pubblicato immagini sconosciute fatte con questo telescopio che mostrano galassie, ammassi stellari, nebulose e altri oggetti spaziali che si trovano a migliaia di anni luce da noi. 

La creazione dell'Hubble, che fu lanciato nella stratosfera nel 1990, ha rivoluzionato gli studi sullo spazio. Essendo uno strumento di ricerca di estrema importanza, il telescopio ha arricchito molto le nostre conoscenze sull'universo. Grazie all'Hubble gli scienziati hanno potuto scrivere più di 17.000 pubblicazioni scientifiche. 

A differenza dei telescopi precedenti, Hubble ha reso la scienza spaziale interessante al grande pubblico coinvolgendo persone di tutte le età a scoprire i segreti del cosmo

Il telescopio ha preso il suo nome da Edwin Hubble, un astrofisico americano famoso per la sua scoperta della legge empirica con cui lo scienziato ha potuto dimostrare che l’Universo è in espansione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre foto