07:40 02 Dicembre 2020
  • Attrezzatura militare abbandonata sulla strada nel Nagorno-Karabakh
  • Le forze di pace russe inviate nel Nagorno-Karabakh
  • Una casa in fiamme nella zone del conflitto di Nagorno-Karabakh
  • Una casa abbandonata dai residenti nel villaggio di Dadivank nel Nagorno-Karabakh
  • Edifici residenziali in fiamme nella città di Karvachar nel Nagorno-Karabakh
  • Munizioni sparse sull'autostrada federale del Nagorno-Karabakh
  • All'interno di una delle case abbandonate nel villaggio di Dadivank nel Nagorno-Karabakh
  • Le forze di pace russe inviate nel Nagorno-Karabakh
  • Una donna anziana vicino a una casa a Stepanakert
  • Un'auto danneggiata da un bombardamento sul ciglio di una strada nel Nagorno-Karabakh
  • I caschi blu russi nel Nagorno-Karabakh
  • Case distrutte a Stepanakert
  • Abitanti del Nagorno-Karabakh
  • Cavallo su una strada nel Nagorno-Karabakh
  • Una donna nella chiesa del monastero Dadivank nel Nagorno-Karabakh
  • Uomini vicino a una casa distrutta a Stepanakert
  • Attrezzature militari delle forze di pace russe a un posto di blocco nel Nagorno-Karabakh
  • Veicoli di soccorritori a un posto di blocco nel Nagorno-Karabakh
  • Bandiera russa sull'attrezzature militari delle forze di pace russe nel Nagorno-Karabakh
  • Un uomo con un gatto vicino alla chiesa del monastero di Dadivank nel Nagorno-Karabakh
  • Casco sulla strada nel Nagorno-Karabakh
© Sputnik . Sputnik
Attrezzatura militare abbandonata sulla strada nel Nagorno-Karabakh

L'Armenia e l'Azerbaigian stanno adempiendo alle condizioni del cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh e la situazione è in fase di stabilizzazione.

"Gli accordi siglati dai capi dei tre stati, che sono entrat in vigore alla mezzanotte del 10 novembre [le 22.00 in Italia, ndr] vengono implementati in toto. Il maggiore successo riguarda il fatto che è cessato ogni genere di ostilità sulla linea di contatto, oggi non si sono sentiti spari, la situazione si sta lentamente stabilizzando", ha chiarito il comandante del contingente delle forze di pace russe appena dispiegate nella regione contesa Rustam Muradov.

Il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha anche avviato la formazione di un Centro umanitario interministeriale a Stepanakert, nella capitale dell'autoproclamata Repubblica del Nagorno-Karabakh. Il gruppo di lavoro avrà lo scopo di garantire il rientro in piena sicurezza dei profughi di guerra nella regione del Nagorno-Karabakh.

Tregua nel Nagorno-Karabakh con mediazione russa

In precedenza i leader di Russia, Armenia e Azerbaigian avevano adottato una dichiarazione congiunta sul cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh. Secondo quanto affermato dal presidente russo Vladimir Putin, da martedì 10 novembre è iniziato un cessate il fuoco totale nel Nagorno-Karabakh, l'Azerbaigian e l'Armenia hanno promesso di arrestarsi sulle posizioni occupate e hanno acconsentito ad uno scambio di prigionieri di guerra.

E' stato inoltre stabilito che nel Karabakh sarà schierato un contingente delle forze di pace  della Federazione Russa nel Nagorno-Karabakh costituito da 1.960 militari, 90 veicoli corazzati da trasporto e 380 unità di equipaggiamento militare.

Il premier armeno Nikol Pashinyan ha osservato nella sua dichiarazione su Facebook che questo accordo è stata una decisione estremamente difficile per lui. A sua volta il presidente azerbaigiano Ilham Aliyev ha definito la firma del documento come una resa dell'Armenia.

Tema:
Tensione nel Nagorno-Karabakh (124)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre foto