05:41 20 Ottobre 2020
  • Una vittima ferita nel corso delle operazioni militari in Nagorno Karabakh
  • Operazioni militari in Nagorno Karabakh
  • Operazioni militari in Nagorno Karabakh
  • La gente nascosta nel rifugio antiaereo in Nagorno Karabakh
  • Una casa distrutta nel corso dei bombardamenti nella regione Terter dell'Azerbaigian
  • Un militare dell'esercito dell'Azerbaigian a Baku
  • Operazioni militari in Nagorno Karabakh
  • La gente nascosta nel rifugio antiaereo in Nagorno Karabakh
  • Un appartamento distrutto nel corso delle operazioni militari a Step'anakert, in Nagorno Karabakh
  • La gente vicino ai camion dell'esercito dell'Azerbaigian a Baku
  • La gente in fila davanti al Centro di ematologia R. Yolyan per donare il sangue
  • Una casa distrutta nel corso dei bombardamenti nella regione Terter dell'Azerbaigian
  • L'esercito armeno distrugge i carri armati azeri sul confine della Repubblica del Nagorno Karabakh
© REUTERS / Foreign Ministry of Armenia
Una vittima ferita nel corso delle operazioni militari in Nagorno Karabakh

Il 27 settembre il conflitto in Nagorno Karabakh si è nuovamente intensificato. Baku e Yerevan si incolpano a vicenda per l'escalation.

Domenica mattina Il Ministero della Difesa dell'Azerbaigian ha dichiarato che le forze militari armene hanno bombardato i centri abitati sul confine dello Stato a riconoscimento limitato Nagorno Karabakh. Secondo questi dati, ci sono i morti tra le persone civili e militari. 

Secondo il Ministero della Difesa armeno, il Karabakh "è stato sottoposto ad attacchi aerei e missilistici". A Yerevan hanno detto che Baku "ha lanciato un'offensiva" in direzione del Karabakh.

Nella repubblica a riconoscimento limitato del Nagorno-Karabakh hanno detto che sono stati bombardati i centri abitati in Karabakh, inclusa la capitale Stepan'akert. Le autorità hanno invitato la popolazione a rifugiarsi e in seguito hanno dichiarato la mobilitazione.

Anche l'Armenia ha dichiarato la mobilitazione generale. Una parziale mobilitazione è stata annunciata in Azerbaigian.

 

Tags:
Guerra, Mondo, Politica
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre foto