09:21 21 Novembre 2019
  • Alcuni stati in Brasile hanno dichiarato lo stato di emergenza.
  • Il presidente francese Emmanuel Macron ha definito gli incendi boschivi in Brasile una crisi internazionale.
  • Numerosi leader europei hanno accusato degli incendi il presidente brasiliano Jair Bolsonaro e il suo governo.
  • In particolare, gli ambientalisti di Greenpeace associano l'aumento del numero di incendi alla politica di Jair Bolsanaro e alla deforestazione col fine liberare l'area per lo sviluppo delle imprese minerarie o di terra coltivabile per le aziende agricole.
  • Sostengono che il leader brasiliano abbia descritto la protezione delle foreste tropicali come un ostacolo allo sviluppo economico.
  • A luglio, il National Space Research Institute brasiliano ha pubblicato un rapporto.
  • In base al quale, nel corso dell'anno, il tasso di distruzione della foresta amazzonica è aumentato dell'88%.
  • Allo stesso tempo, il Presidente del Brasile afferma che tali accuse sono dubbie e le ha definite delle calunnie.
  • Jair Bolsonaro ha affermato che la foresta in Brasile è stata incendiata da organizzazioni non governative straniere per mettere l'opinione pubblica contro di lui e il governo del paese.
  • Due settimane dopo l'inizio degli incendi, il presidente ha tenuto una riunione speciale e ha ordinato a tutti i dipartimenti di dirigere i loro sforzi per combattere l'incendio.
  • Ma durante questo periodo sono già stati fatti dei danni irreparabili alle foreste.
© REUTERS / HANDOUT
Alcuni stati in Brasile hanno dichiarato lo stato di emergenza.

Gli incendi nelle foreste pluviali dell'Amazzonia, chiamate "i polmoni del pianeta", non si fermano da metà agosto.

Durante la ricerca delle cause e dei colpevoli degli incendi in corso, il numero di incendi continua a crescere. Guarda le foto della scena del disastro.

Tags:
Brasile
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre foto